Politica

Nave migranti bloccata, Como Senza Frontiere in piazza: “Terrorista è chi chiude i porti”

Una cinquantina di persone ha presenziato, questa sera in via Boldoni a Como, alla manifestazione indetta da Como Senza Frontiere per protestare contro il no del governo italiano – in special modo del ministro dell’Interno, Matteo Salvini – allo sbarco della nave Aquarius con 629 migranti a bordo (navi militari italiani trasporteranno in Spagna 500 delle persone a bordo).

Numerosi gli interventi al microfono, dietro due striscioni eloquenti: “Restiamo umani” e “Apriamo i porti, apriamo le porte”.

L’iniziativa è stata organizzata “contro la barbarie di azioni che mettono in pericolo la vita di naufraghi e appaiono inumane e criminali. Indispensabile non tacere e agire contro l’attacco alle leggi del mare, al diritto internazionale, alla stessa civiltà, ferita da chi tratta le persone come strumento per acquisire il consenso elettorale della parte più retriva della popolazione”.

“Anche da Como, città Messaggera di Pace – proseguiva il volantino di presentazione – che continua ad accogliere centinaia di migranti ogni giorno, vogliamo rispondere alla deriva razzista del governo italiano e vogliamo opporci a provvedimenti propagandistici che alimentano odio e paure e mettono in pericolo la vita dei più deboli”.

Il primo intervento è stato di Fabio Cani che, rispetto al blocco dei porti, ha parlato di “decisione di gravità inaudita, su cui larga parte della società non è d’accordo e che ha affondato i diritti”. 

Molto duro il segretario di Rifondazione Comunista, Stefano Rognoni: “I veri terroristi sono quelli che chiudono i porti sovvertendo la Costituzione della Repubblica”.

Letto anche un lungo documento dei Missionari Comboniani che si sono detti “esterrefatti e indignati dalla decisione del ministro dell’Interno, Matteo Salvini, che impedisce di portare in salvo 629 migranti. E’ deplorevole e vergognoso che l’Italia faccia pagare ai migranti una diatriba tra Stati”.

LEGGI ANCHE: “Il deputato leghista Zoffili: Abusivi, accattoni, immigrazione. E’ una promessa, sarà tolleranza zero”

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata