Politica

Nuovi giardini pubblici. Opposizioni all’attacco, Rapinese: “Benvenuti nel Lucini-bis. Galli iscritto al Pd?”

Qualche ora fa abbiamo anticipato la decisione presa ieri dalla giunta Landriscina. Di fatto l’esecutivo dopo aver stoppato il progetto per diversi mesi, annunciandone ampie revisioni, ha acquisito il Bando emesso a suo tempo dalla giunta Lucini,

Colpo di scena: sì al progetto per i giardini a lago. Specchi d’acqua e (forse) skate park

“Questa è evidentemente la giunta Lucini-bis – attacca Alessandro Rapinese – siamo sicuri che l’assessore Galli non sia iscritto al Pd?”. Per il consigliere il progetto non è accettabile: “Si parla di specchio d’acqua, farà la fine delle fontane cittadine: non ne funziona mezza. Diciamo la verità, hanno perso molto tempo su questo e su altri temi. Viabilità in primis, dovremo tornare in strada con i lumini (celeberrima manifestazione organizzata da Rapinese, Ndr).

Di tempo perso parla anche Maurizio Traglio. “Siamo contenti che la cosa vada avanti – evidenzia – è un intervento qualificante e, al netto di tutto, i giardini torneranno ad avere uno standing allineato gli standard di questa città”. Quindi l’accusa: “Nei mesi scorsi l’amministrazione aveva bloccato la cosa sostenendo che fosse necessario aspettare il progetto paratie per un’armonizzazione complessiva del lungolago. Detto che si trattava di una spiegazione senza senso, perché semmai è Como a dover dire come vuole il proprio lago alla Regione e non viceversa, scopriamo oggi che erano solo scuse, fandonie che poche settimane dopo sono state smentite dai fatti”.

In linea Stefano Fanetti. “Mi fa molto piacere – sottolinea – che la giunta torni sui propri passi confermando un progetto molto buono voluto da Mario Lucini. Hanno espresso perplessità per mesi, adesso lo varano”.

 

  1. Leopold Bloom

    Arrivato benestare dal burattinaio ?

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata