Politica

Paratie, l’assessore regionale Sertori incontra Landriscina. “Ora coinvolgiamo la città”

Si è tenuto oggi il secondo incontro tecnico tra il Comune di Como, i rappresentanti di Regione Lombardia e di Infrastrutture Lombarde, riguardante l’aggiornamento del progetto che completerà il cantiere delle paratie.

All’incontro hanno partecipato per Regione Lombardia l’assessore agli Enti locali, alla montagna e ai piccoli comuni Massimo Sertori, il sottosegretario Fabrizio Turba, il presidente del Consiglio Regionale Alessandro Fermi, i tecnici di Infrastrutture Lombarde e dell’assessorato al Territorio,  il sindaco Mario Landriscina, l’assessore Vincenzo Bella, l’assessore Marco Galli, accompagnati dai tecnici comunali.

«Questo incontro – precisa l’assessore regionale Sertori – segue quello del 10 maggio scorso, nel quale erano state presentate le prime tavole progettuali al Comune. Abbiamo preso nota delle osservazioni del sindaco, abbiamo proseguito i contatti preventivi anche con la Soprintendenza e altri soggetti che saranno chiamati a esprimere parere nella conferenza dei servizi che approverà definitivamente il progetto. Oggi ripresentiamo al Comune le modifiche e le integrazioni che è stato possibile apportare. Con il collega assessore al Territorio Pietro Foroni condividiamo infatti l’obiettivo di restituire alla città un lungolago più bello e più fruibile di prima, e di rendere più sicura la città dalle esondazioni del lago».

«Entro l’estate – conclude Sertori – avvieremo d’intesa con il Comune un percorso di informazione rivolto ai cittadini, alle categorie associative e a tutti coloro che vorranno approfittarne, ai quali verranno forniti gli elementi del progetto sui quali sarà possibile formulare proposte e commenti. Abbiamo di fronte un cantiere importante e complesso, ci impegniamo a darne la massima informazione, a contenerne i costi al minimo indispensabile, a ridurre per tutto ciò che sarà possibile i tempi di realizzazione, e infine a contenerne per quanto sarà possibile gli impatti sulla fruizione del lungolago, pedonale e veicolare, durante il cantiere».

«Sono particolarmente contento che si stiano rispettando tempi e modi preannunciati – ha commentato il sindaco Mario Landriscina – Abbiamo trovato nella Regione e nei tecnici di Infrastrutture Lombarde condivisione sul coinvolgimento della cittadinanza e delle categorie  imprenditoriali e professionali interessate, con le quali, al di là delle presentazioni pubbliche, saranno organizzati degli incontri specifici di approfondimento».

«Condivideremo con Infrastrutture Lombarde e con la Regione un’attenta predisposizione dei cantieri perché, pur consapevoli della loro invasività, se ne possano minimizzare gli impatti sulla vita della città», ha sottolineato l’assessore ai Lavori pubblici Vincenzo Bella.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata