Politica

Paratie, dopo il video Sertori-Turba attacca Orsenigo: “Bravi, per il film Le Comiche”

Non una produzione da Oscar. Almeno secondo il giudizio critico di Angelo Orsenigo, consigliere regionale Dem. Solo poche ore fa la diffusione urbi et orbi del video a firma Turba-Sertori:

Sertori-Turba attori nel film-verità paratie: “Più costi per 900mila euro, gara a giugno” 

Ora l’affondo dall’oppositore. Duretto, in effetti: “Turba e Sertori potrebbero essere bravi protagonisti nel film “Le comiche” – attacca il consigliere democratico – ma qui c’è poco da ridere. Ecco il nuovo “finto” asso nella manica calato in pochi giorni”.

“Dopo i vari proclami dei giorni scorsi, dopo il nuovo bando dalla Pedemontana, tutto da vedere, eccoci finalmente con la promessa regina: le paratie! Ci stavamo giusto chiedendo a che punto fossimo, mentre la Lega nascondeva sotto il tappeto le proprie promesse elettorali. Ed ecco che con un video dalle pretese di un fintissimo reality, il sottosegretario Turba e l’assessore Sertori hanno svelato a noi tutti i loro presunti piani, oltre alle loro fantastiche doti artistiche”.

“Siamo in ritardo di 3 mesi? Ma stiamo scherzando? – accusa ancora – Sono anni che il progetto ha rovinato la città di Como e ora stiamo ancora facendo i conti della totale incertezza perché esiste l’incognita non certo trascurabile del passaggio finale dalla commissione di validazione del progetto.”

“E ancora – continua Orsenigo – dicono dalla Lega che le paratie sono un cantiere prioritario? D’altra parte spendiamo solo 900mila euro in più di quanto preventivato. Certo, ma ora a quanti milioni di euro siamo? Un conto è ridare la passeggiata ai comaschi, un conto è ostinarsi in un’opera inutile per cui ancora viene ignorata addirittura l’ordinaria manutenzione. Ritorno a dire – conclude – che sarebbe bene riflettere sui dati che dicono una verità inequivocabile: dal 2002 ad oggi si sono verificate solo 13 fuoriuscite del lago, concentrate in 3 anni. Regione Lombardia, per fini elettorali, si è fatta carico del progetto ma sul lungolago in 2 anni non è cambiato nulla, a parte le sterpaglie che naturalmente sono state lasciate crescere.”

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata