Politica

Pista ciclabile in via Mentana, un ultimatum da Forza Italia: “Non salti un solo posteggio”

La questione, per ora, si è un po’ allontanata sull0 sfondo. Da un lato, perché Regione Lombardia – per questioni tecniche e burocratiche – ha appena imposto al Comune di Como una nuova approvazione dell’intero progetto definitivo entro una ventina di giorni (cinque lotti complessivi).

Dall’altro perché – in risposta a Confesercenti che grida al tentativo di uccisione definitiva del Mercato Coperto – l’assessore alla Mobilità Vincenzo Bella ha ripetutamente garantito che saranno apportate modifiche e cambiamenti tali da evitare qualsiasi sconquasso.
Sta di fatto che l’ipotesi che un troncone della maxi pista ciclabile che va sotto il nome di “Dorsale urbana-Via dei Pellegrini” passi lungo tutta via Mentana potenzialmente sacrificando 93 posti auto continua a far discutere e a suscitare opinioni contrapposte.

Ad alimentare il dibattito oggi interviene il consigliere comunale di Forza Italia, Enrico Cenetiempo, che per sua stessa ammissione dà un altolà – per ora singolo, si vedrà se condiviso con gruppo e partito – alla cancellazione anche di un solo stallo blu.

“Un ultimatum? Sì, per quanto mi riguarda possiamo anche chiamarlo così – dice Cenetiempo – Il mio, al di là di qualsiasi altro ragionamento, è un no anticipato e tassativo a qualsiasi ipotesi di pista ciclabile che cancelli i posteggi in via Mentana. Su questo non sono disposto a mediazioni”.

Evidentemente, nemmeno le rassicurazioni di Bella su possibili tracciati alternativi hanno fatto breccia nel forzista.

“Non devono esistere spiragli – sottolinea – il Mercato Coperto vive della qualità dei suoi operatori ma nello stesso modo dei parcheggi per la clientela. Cancellarne anche uno solo sarebbe un errore enorme, si andrebbe a danneggiare una struttura storica e di eccellenza che già lotta contro centri commerciali, supermercati e altre migliaia di offerte concorrenti”.

“Vanno benissimo le ciclabili, per carità – conclude il consigliere di Forza Italia – Ma devono costituire un’offerta in più per la mobilità cittadina, non andare a danno delle altre. E cancellare i posti auto per chi va al Mercato sarebbe una follia senza senso. Dunque il mio è un no categorico e mi aspetto che anche la giunta, che ha sempre difeso la struttura di via Mentana e si è spesa per aumentare gli spazi di sosta in città, modifichi il progetto per non cancellare nemmeno una striscia”.

Entro 20 giorni circa, quando – su invito della Regione – Palazzo Cernezzi presenterà il progetto complessivo dei 5 lotti per andare poi in appalto, si vedrà.

  1. Alex

    Ma perché non riaprire Piazza San Fedele al traffico e far parcheggiare le auto di fronte al bar di Cenetempio? Almeno ci sarebbero più posteggi! Quanta miopia. Le piste ciclabili servono.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata