Politica

Provincia, mini rivoluzione: via Giola e Pozzi (FI). Arrivano Dario Lucca e (forse) Barindelli

Sta per compiersi una minirivoluzione nel consiglio provinciale di Como, eletto lo scorso 8 gennaio 2017 (elezioni indirette: votano soltanto gli amministratori in carica). Nell’arco di un mese scarso, infatti, la minoranza di centrodestra formata da 5 consiglieri (uno leghista, Giovanni Rusconi, e 4 forzisti, Maria Grazia Sassi, Mario Pozzi, Domiziana Giola ed Edoardo Parravicini) cambierà significativamente. In particolare, due rappresentanti su 4 della lista “Forza Italia Uniti per la Provincia Como Civica” lasceranno il passo ad altrettanti volti nuovi.

Per iniziare, si è recentemente dimesso dal consiglio comunale di Tremezzina (ed è già stato surrogato ufficialmente) il consigliere Mario Pozzi, ora in corsa per diventare sindaco di Centro Valle Intelvi. A rigor di legge, dunque, non essendo più – come minimo temporaneamente – consigliere comunale, Pozzi è decaduto anche da consigliere provinciale. Al suo posto, dunque, dovrebbe entrare in consiglio provinciale il primo dei non eletti, ovvero il sindaco di Bellagio Angelo Barindelli. Alcuni rumors, però, darebbero il primo cittadino poco intenzionato ad accettare il subentro, nel qual caso toccherebbe all’attuale consigliere comunale di minoranza a Grandate, Dario Lucca, civico e senza tessera di Forza Italia.

Dario Lucca

Ma c’è un secondo nome di spicco che tra meno di un mese dovrà lasciare Villa Saporiti. Si tratta di Domiziana Giola, volto notissimo di Forza Italia, che ora è consigliere comunale a Mozzate ma che alle elezioni del prossimo 10 giugno non è candidata. Dunque, con l’insediamento del nuovo consiglio post voto, Giola non sarà più consigliere e – come nel caso precedente – decadrà automaticamente anche dal posto in consiglio provinciale.

Per chi occuperà il suo posto fino a fine mandato, le opzioni sono diverse: sarà Dario Lucca nel caso in cui Angelo Barindelli entrasse a Villa Saporiti. Se invece il sindaco di Bellagio optasse per il no – e dunque Lucca entrasse in sostituzione del primo uscente, cioè Mario Pozzi – lo scranno a Villa Saporiti toccherebbe ad Antonella Girardi, consigliera di minoranza a Casnate (prima di lei nell’elenco ci sarebbe Marta Molteni di Fratelli d’italia, ma da tempo non è più consigliere comunale a Laino).

  1. Carlo

    La caduta degli dei. Domiziana Giola in pochi mesi ha perso ogni presunto potere :
    * perse le elezioni Regionali
    * perso il posto in Provincia
    * licenziata dallo staff di Fermi
    ed ora a cosa si dedicherà ?

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata