Politica

Rumors della notte: Fermi sottosegretario al posto di Turba o tutto come prima

Possibile colpo di scena notturno nella composizione della giunta regionale. Anche dopo il lungo vertice nella residenza di Silvio Berlusconi ad Arcore – presente ovviamente anche il neopresidente della Regione, Attilio Fontana – qualche ricaduta e nuova potrebbe toccare anche i comaschi.

Fermi verso la presidenza del consiglio. Ultima (piccola) chance: il vertice di Arcore

Va precisato, però, che si tratta di indiscrezioni che potrebbero essere cancellate in un solo colpo a brevissimo. Infatti, mancano poche ore all’annuncio ufficiale dell’esecutivo di Palazzo Lombardia, tuttora previsto per la giornata di oggi. Però, nel corso della notte, l’insistenza del leader di Forza Italia per l’ingresso in giunta di un suo pupillo (Fabrizio Ferri) potrebbe determinare movimenti anche nelle immediate periferie della giunta, ossia le caselle dei sottosegretari (i quali assistono alle riunioni dell’organo ma senza diritto di voto e senza portafoglio).

I rumors, dunque, parlerebbero della possibile esclusione del leghista comasco Fabrizio Turba dal ruolo di sottosegretario, con la conferma invece nella stessa posizione ricoperta negli ultimi due anni del mandato di Roberto Maroni da Alessandro Fermi (che dunque, almeno formalmente, tornerebbe a sedere in giunta anche sulla spinta di qualche “rimorso” di Mariastella Gelmini). Altri sottosegretari più o meno sicuri – in totale potrebbero essere 4 – dovrebbero essere invece Giacomo Stucchi per la Lega e Fabio Altitonante per Forza Italia.

Nel caso venisse confermato il nuovo giro di valzer – ma ripetiamo: la trattative è reale, però potrebbe assolutamente finire in un nulla di fatto da un minuto all’altro – la presidenza del consiglio regionale finora data come probabile per Fermi (e dallo stesso forzista ormai “digerita”) andrebbe invece al forzista Alessandro Mattinzoli.
Se invece le caselle non quadrassero in questa nuova formazione – e in fin dei conti questo schema resta ancora il più probabile – si tornerebbe al piano originario: Alessandro Fermi certamente alla presidenza del consiglio regionale e Turba (forse: non è ancora certa la nomina) sottosegretario.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata