Politica

Scandalo cimiteri, il consigliere si fa reporter. Albate: la fotodenuncia di Guarisco

In principio (diamo a Cesare) furono Rapinese e Martinelli a denunciare – con videoreportage – il degrado del cimitero di Camerlata:

45 metri di vergogna al cimitero di Camerlata. Video di Rapinese: “Bare come spazzatura”

Ne seguì una dura presa di posizione sindacale:

Nove cimiteri, nove addetti, nove mesi senza appalto. La Cgil: “Grottesco, Comune sordo”

Poi il silenzio fino alla recente denuncia dell’assessore negretti:

Cimiteri allo sbando. Negretti: “Io in Comune, dipendenti in ferie 4 settimane. Mai più”

Con immediata replica furente di Patrizia Lissi:

Scandalo cimiteri, Lissi accusa: “Assessore, dov’è la bacchetta magica elettorale?”

Gabriele Guarisco, terzo da destra, e Patrizia Lissi

Ricapitolate le puntate precedenti ecco che oggi anche il Pd ha deciso di lasciare aula e cadrega e gettarsi nella mischia (in questo senso, negli anni, è stato davvero Rapinese a far da nave scuola per i colleghi di Consiglio). Il consigliere Guarisco ha fatto un viaggio lungo il cimitero di Albate che, purtroppo, non sta meglio di Camerlata e del Monumentale.

Riportiamo integralmente il comunicato-racconto del consigliere con foto a corredo:

Erbacce ovunque, cantieri abbandonati, tegole a rischio caduta. Il cimitero di Albate, in questo viaggio nei camposanti di Como fatto dagli esponenti del Pd cittadino, appare davvero in stato di abbandono.

“Non so di chi sia la colpa, né mi sembra giusto addebitarla solo alle presunte ferie del personale. Ma quello che si vede nel cimitero del quartiere di Albate lascia senza parole la popolazione”, commenta Gabriele Guarisco, consigliere comunale del Pd e residente proprio in quella località.

“Quello di Albate è un cimitero che veniva considerato ordinato, almeno rispetto alla media di Como – racconta Guarisco –. Ma in questi giorni i viali sono invasi dall’erba e, se non bastasse, adesso i due colombari più vecchi sono stati transennati perché dai tetti, che sono in cattive condizioni già da un po’, stanno scivolando giù delle tegole. Probabilmente qualcuna è caduta con un temporale”.

Sicuramente un problema di forza lavoro c’è: “A prescindere dalle ferie, il personale è chiaramente insufficiente e non da oggi. Il punto è, però, cosa pensa di fare l’attuale amministrazione comunale che su questo tema è sempre stata poco preoccupata. Se per il centrodestra il problema è di facile soluzione, i cittadini si chiedono come mai non viene risolto in fretta”, aggiunge il consigliere Pd.

Alcune alternative in passato si sono trovate: “Ormai parecchi anni fa, gli ospiti di casa Ozanam erano stati fatti intervenire per tenere puliti i viali del Monumentale. Lavori socialmente utili ante litteram che oggi potrebbero essere ripensati e riproposti per tutti i cimiteri cittadini”, propone Guarisco.

“Ma stavolta spetta agli assessori Negretti e Pettignano pensarci. I cittadini sono in attesa. Spero però che si agisca rapidamente, più di quanto sta accadendo per un altro problema del cimitero di Albate, ovvero il rifacimento dei bagni e l’abbattimento delle barriere architettoniche: i soldi sono stati stanziati sin dal 2016, la ditta esecutrice è stata individuata giusto un anno fa, ad agosto 2017, ma ancora non si è visto nulla”, conclude il consigliere.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata