Politica

Scudo umano Tufano: “Giola, 35 anni di successi in politica e nella vita, da sola. Bernardi invece…”

Non accenna a placarsi il dibattito dentro e attorno i destini (passati, presenti e futuri) della Forza Italia comasca. Dopo il deludente risultato conseguito in provincia dal partito alle elezioni europee e l’intervista al presidente del consiglio regionale, Alessandro Fermi, si sono susseguiti gli interventi di Domiziana Giola e di Federica Bernardi.

Oggi riceviamo e pubblichiamo un intervento dell’ex capogruppo di Forza Italia in Comune a Como, Antonio Tufano che subito specifica “attualmente al Gruppo Misto e per evitare facili insinuazioni (spesso a mio avviso assurde)” e che vuole sottolineare come “tutto ciò che scrivo sia frutto solo ed esclusivamente di mio pensiero”.

Di seguito, il testo di Tufano.

Noto con dispiacere che l’ormai ex sindaco di Cermenate, Federica Bernardi, considera le lettere inviate ai giornali nei mesi passati dall’amica Domiziana Giola come “ridondanti e patetiche”. Io reputo “patetico” chi, nonostante prove e fatti evidenti, persiste nel negare la realtà e penso che sia proprio questo il motivo per il quale probabilmente le elezioni non siano andate nella direzione in cui lei auspicava!

La vita mi sta insegnando (nonostante sia relativamente giovane) che non si deve per forza “distinguersi in qualche associazione” o “dibattito” per poter fare del bene alla comunità; molto spesso basta farsi sentire concretamente vicino alle persone e aiutarle nella vita quotidiana di tutti i giorni senza dover compiere “gesti eclatanti”!

Leggo inoltre che cita i consiglieri Gaudiello (a sinistra nella foto sotto) e Conoscitore (tra l’altro primi eletti nei rispettivi consigli comunali) ma degli “oltre 1.000 consiglieri ” ne avrebbe potuti nominare a decine e decine. Con calma se ne renderà conto da sola.

Penso dunque che la frase che tanto ama citare: “un po’ più di umiltà e autocritica”, in questo caso sia più congeniale all’ex sindaco e mi unisco ai complimenti di Domiziana al consigliere Zito e agli altri.

Alla signora, vorrei ricordare che la dottoressa Domiziana Giola si è laureata con 110 e lode in psicologia e si è specializzata in psicoterapia con il massimo dei voti. Oggi lavora nel privato, svolge la libera professione in 2 studi medici, uno ad Appiano Gentile e uno a Como, oltre a dedicarsi a numerose altre attività.

A Mozzate è stata assessore ai servizi sociali ed è risultata la più votata quando si è presentata alle elezioni. In aggiunta è stata eletta ben due volte in Provincia votata da centinaia di amministratori.

Inoltre le sue preferenze alle elezioni regionali se le è guadagnate sul campo senza essere trainata a peso da qualcuno contestualmente candidato nella stessa campagna; non è infatti passato inosservato che le sue preferenze, Bernardi, oltre che a Cermenate, le abbia raccolte soprattutto nell’Erbese, feudo del suo mentore Fermi e del suo sostenitore Caprani, mentre la dottoressa Giola le ha raccolte in tutta la Provincia.

Ci auguriamo che la dottoressa Giola annunci presto il suo abbandono di Forza Italia, un partito che non la merita, e che, dopo 3.300 preferenze raccolte a pochi giorni dalla seconda gravidanza, attraverso una campagna generosa e leale, neppure ha pensato di inserirla nel coordinamento provinciale di FI, ruoli ormai riservati e non per chi ha consenso sul territorio.

Inoltre vorremmo ricordare alla signora Bernardi, pur rischiando di essere indelicati, che tutto questo la dottoressa Giola l’ha fatto nei suoi primi 35 anni di vita.

Denigrare poi l’attivismo politico di chi per passione distribuisce volantini e si impegna nella campagne elettorali fa ben intendere come la signora Bernardi sia abituata a farsele fare le campagne elettorali e aggiungo in fine che molte volte i lavori più umili sono anche quelli più dignitosi e non condivido l’idea di criticarli.

Dei successivi traguardi che la dottoressa Giola raggiungerà certamente, ne parleremo quando la stessa arriverà all’età della signora Bernardi, che da quanto si evince dal suo curriculum di anni ne ha 53.

Povera Forza Italia, quello sì che dal partito dell’amore che avrebbe voluto costruire Berlusconi si è ormai definitivamente trasformato nel partito del rancore. E guai a chi critica…

  1. pipperaio

    Ma fatela finita!

  2. Gigi

    Cito “Inoltre le sue preferenze alle elezioni regionali se le è guadagnate sul campo senza essere trainata a peso da qualcuno”.
    Ahahahahah Tony… sei sempre stato un grande comico.
    Alla storia che la Giola si è fatta da sola non ci crede più nessuno.
    In tutta la provincia era chiaro che la sfida fosse Rinaldin-Fermi e l’ha spuntata l’ultimo.

    • Antonio

      Chissà perché poi nel curriculum della dott.ssa Giola non compare mai il suo ruolo di amministratore unico della società di comunicazione di Rinaldin…. Non capisco perché voglia tanto nascondere questo suo ruolo…

      • Fil

        Ma no lei è una self-made-woman!

  3. Vy

    Siete finiti! Forza Italia non conta più nulla! L’unica che si salva è Anna Veronelli, una grandissima amministratrice!

Rispondi a pipperaio Annulla risposta

la tua mail non sarà pubblicata