Politica

Sfiducia Negretti, Aleotti (M5S) non sapeva del voto e si appella alla Rete per decidere

Incredibile ma vero: il capogruppo del Movimento Cinque Stelle in consiglio comunale a Como, Fabio Aleotti, si rivolge al popolo della Rete per sapere se votare o meno la mozione di sfiducia all’assessore Elena Negretti (qui). Perché, parole sue, come si vedrà, non era informato dell’approdo del tema in aula stasera.

La votazione online peraltro è apparsa su sito e pagina facebook dei pentastellati comaschi (errata corrige 14.26: il sondaggio è stato lanciato dal Meetup Como 5 Stelle, ndr) soltanto poco prima delle 13. Di seguito, il testo, peraltro messo nello stesso post in cui è il link per la votazione nazionale dei Cinque Stelle sul caso Salvini-Diciotti.

Oggi giornata di voti
Si vota su Rousseau per la questione Diciotti
https://rousseau.movimento5stelle.it/index.php

Ti chiediamo il tuo contributo con un’indicazioni anche per il consiglio comunale
https://www.meetup.com/it-IT/Comoa5stelle/polls/1276106/

Come vuoi che il tuo portavoce in Comune a Como voti la sfiducia all’assessore Negretti?

Questa sera in consiglio comunale si voterà la sfiducia all’assessore Negretti
Come vorresti che il tuo portavoce votasse in consiglio comunale?
(ci scusiamo per il poco preavviso ma apprendiamo le tempistiche del Consiglio comunale dal quotidiano locale https://www.laprovinciadicomo.it/stories/Cronaca/negretti-e-il-giorno-del-giudizio-ce-il-voto-di-sfiducia-scrutinio-segreto_1302917_11/).

Chiusura sondaggio ore 20:30 per informare il Consigliere Comunale dei risultati qui e sulla piattaforma MU Como a 5 Stelle

NB
Questa è un’indicazione di voto da parte dei simpatizzanti, aperta onesta e di confronto con tutti.

Quello sopra, dunque, l’appello che termina con la classica opzione “sì alla sfiducia” e “no alla sfiducia”, il cui esito orienterà il consigliere pentastellato.

Che Fabio Aleotti fosse dubbioso sull’appoggio alla mozione di sfiducia presentata dai rapinesiani era stato anticipato proprio da ComoZero sul settimanale cartaceo, oggi dunque la conferma. Che però conferma ciò che è apparso evidente da tempo: gli ottimi rapporti tra Aleotti e alcuni spezzoni di giunta, Negretti in primis, pur stando in opposizione.

Decisamente più incredibile, invece, l’ammissione di Aleotti di non aver saputo fino alla lettura dei giornali che stasera la sfiducia sarebbe arrivata in aula, quando se ne parla ovunque da giorni.

  1. Beh che i “giornalisti” di Como Zero inventino le notizie più che informarsi e approfondire con i diretti interessati è ormai chiaro.
    Mai mi sono espresso sull’intenzione di voto ma loro la conoscono?!?
    Ora mi mettono anche in bocca dichiarazioni mia fatte!!
    Sono chiaramente a conoscenza delle delibere e mozioni che arrivano in Consiglio Comunale anche perché le stesse passano anche dalla riunione di Capigruppo che sempre frequento.
    Ma si sa per far notizia ci si inventano anche dichiarazioni mai rilasciate (sic!)

    • Emanuele Caso

      Nessuno le ha mai attribuito dichiarazioni e qui è lei che dichiara il falso. Personalmente, perché di questo stiamo parlando, sfido chiunque a interpretare diversamente da come ho fatto io la spiegazione sull’origine del sondaggio in base all’affermazione che il fatto che si votasse è stato appreso soltanto dai giornali del mattino (da qui, infatti, l’operazione imbastita in tutta fretta alle 13). Null’altro da aggiungere mi pare.

  2. Andrea Leoni Zeman

    Oh mon Dieu ?

  3. Luca

    Ci scusiamo per il poco preavviso perchè si vota questa sera e non si è potuto approfondire con tutti sulle tematiche.
    Fabio Aleotti era sicuramente a conoscenza della tematica e della tempistica, e anche di quanto ci si gioca in questa votazione, in termini politici.
    Anche delle tempistiche, il sondaggio non è stato lanciato da lui ma dal Mu Como a 5 Stelle, dagli attivisti che vogliono partecipare come cittadini alla vita del proprio comune e dare un aiuto al portavoce in consiglio comunale con i propri consigli e indicazioni.
    Il sondaggio è uno strumento di aiuto e indicazioni, perchè come M5s siamo per la condivisione.
    Il resto è aggiunto dal giornalista: motivazioni al si o al no, indecisione sul voto o vicinanze o meno a qualsiasi schieramento politico)

  4. Gioele

    La mozione di “sfiducia” è stata presentata il 30 novembre 2018….poi il ponte dell’Immacolata….le vacanze di Natale e l’Epifania e la conseguente lenta digestione di pranzi e cenone. Per fortuna la Pasqua è alta, altrimenti il Prode Consigliere si sarebbe svegliato dopo il 1°maggio……con un lentissimo sbadiglio ovviamente!
    ….ma se la rete vota SI, è per la respingere la sfiducia all’Assessore? e se vota No è per bocciare la sfiducia lo stesso? Speriamo che la rete si decida prima di Ferragosto, altrimenti finisce che come al solito decideranno i poteri forti!

  5. Moreno Bigiafari

    Se i Cinquestelle si concentrassero sullo sfiduciare il loro portavoce-senza-voce, sarebbe molto meglio per loro.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata