Politica

Tangenziale, beffa pedaggio. Il papà del comitato: “Una commedia. Fermi intervenga subito”

Ha capitanato per anni il comitato No Pedaggio. Dopo le promesse di Maroni, rimarcate in campagna elettorale dal futuro governatore Attilio Fontana, pensava di avercela fatta. Alberto Gaffuri, sindaco di Albese con Cassano oggi deve fare i conti con il dietrofront, annunciato due giorni fa a Como dall’assessore Maurizio Lupi.

Tangenziale gratis a giugno: nulla di fatto. Orsenigo: “Fontana cosa fa?”

“Siamo alla commedia delle parti – accusa Gaffuri – nessuno ha più il pallino della cosa”. Il tema reale, secondo il primo cittadino, “è capire se davvero ci abbiano presi in giro in questo modo. Maroni e Fontana hanno detto cose molto chiare, soprattutto Fontana lo ha fatto in campagna elettorale, un momento di impegno importante”. Altro discorso “è se Cattaneo si sia sbilanciato più di quanto non potesse, d’altronde non è un tema del suo assessorato”.

“Se fosse vera la decisione di non rimuovere il pedaggio – conclude Gaffuri – spero vivamente che i cinque consiglieri regionali comaschi e il presidente del consiglio, Alessandro Fermi, si muovano subito per chiarire la faccenda. Non vorrei inoltre che le dichiarazioni di Cattaneo fossero propedeutiche a un secondo lotto di tangenziale, cosa che nessuno vuole. Spero che i comaschi al Pirellone agiscano subito per indurre la giunta a fare un ordine del giorno sul tema”.

No pedaggio, la petizione su Change

EDIT 17:11 Angelo Orsenigo, con una nota è intervenuto anche oggi sul tema:

“Fontana prende tempo e rinvia alle calende greche il momento in cui verrà deciso qualcosa in merito alla gratuità della tangenziale”, lo dice Angelo Orsenigo, consigliere regionale del Pd, dopo le dichiarazioni di questa mattina, al dopo Giunta, del presidente lombardo.

“Secondo lui, bisogna prima cercare di capire come portare avanti il discorso della Pedemontana, dopo di che prenderà un provvedimento definitivo anche circa la tangenziale e il suo pedaggio. Non ha detto nulla di più, ma è sufficiente per capire che brancola nel buio. E intanto le date fissate a suo tempo da Maroni e già smentite dall’assessore Cattaneo, slittano all’infinito. Ma così proprio non funziona: Presenterò una interrogazione per avere risposte precise sia sui tempi, sia sulla gratuità. Inoltre, incontrerò i sindaci comaschi per fare fronte comune in merito a eventuali azioni di intraprendere. Chiedo agli altri consiglieri regionali di schierarsi e di condividere questa battaglia importante per le nostre comunità e per tutto il territorio”, conclude Orsenigo.

 

  1. Rumi

    Ennesimo riscontro delle validità’ delle promesse elettorali! Certo che un popolo che vota ancora, in base a tali promesse, merita di essere amministrato da una manica di furbetti!

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata