Politica

Ticosa, centrodestra verso il “no, grazie” a De Santis. Locatelli: “La priorità è il parcheggio”

C’è aria di “no grazie” nel centrodestra di Palazzo Cernezzi verso la proposta sul futuro della Ticosa avanzata nei giorni scorsi dall’imprenditore Paolo De Santis con il sostegno di ComoNext, Fondazione Volta e – sull’aspetto del possibile finanziamento della parte di housing sociale – Cassa Depositi e Prestiti.

A poche ore dalla riunione di Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia e lista civica Insieme per Landriscina in programma domani, filtrano sempre più spifferi freddi sul ribattezzato “Hub della creatività” proposto dai privati.

E se dalle parti dell’assessore meloniano all’Urbanistica, Marco Butti, i dubbi vertono proprio sull’housing sociale (qui pare netto il no), pesano molto anche le poche informazioni ad oggi disponibili sulla quota reale di parcheggi prevista dal progetto di Officina Como e ancor più su chi dovrebbe poi finanziare le opere di viabilità anche nel momento in cui Fondazione Cariplo dovesse destinare i 5 milioni di euro delle erogazioni emblematiche all’Hub della creatività.

In Forza Italia, la situazione sembra simile: dubbi, perplessità, poca convinzione sull’housing sociale e anche sospetti sulla portata politica dell’eventuale operazione.
Ma se fin qui siamo ai rumors, oggi una battuta alquanto significativa è arrivata dalla parlamentare e vicesindaco di Como, Alessandra Locatelli. La Lega a Como, più o meno.

“Per noi la prima priorità per la Ticosa rimane il parcheggio, su questo non c’è dubbio – afferma – E pur tenendo conto dei tempi ancora necessari per la bonifica, auspichiamo fortemente che l’area di sosta trovi spazio nel minor tempo possibile. Poi, per carità, valuteremo tutte le proposte utili a recuperare l’intera area anche in senso più ampio”.

Quello giunto a Palazzo Cernezzi da Officina Como, però, non è ancora passato a un vaglio da parte del vicesindaco. “Ne so ancora poco, non ho ancora avuto il tempo utile per esaminarlo bene – afferma Locatelli – Servirà comunque una convidisione con il gruppo della Lega e poi con tutta la maggioranza. Però ripeto: la priorità per noi è senza dubbio la realizzazione del parcheggio, in tempi quanto più rapidi. Altri progetti, anche più completi, saranno certamente presi in considerazione, ma partendo da quel presupposto”.

  1. L'”Hub della creatività e della tecnologia” sta al “parcheggio” come i cervelli di Officina Como stanno a quelli degli amici “baluba”.
    Fino a quando daremo credito a questi Amministratori, Como non riuscirà a uscire dalla palude di mediocrità in cui si è infilata. Un conto è perseguitare tre poveri migranti, un’altra cosa è avere un’idea del prossimo futuro. Di fronte alle nuove tecnologie, all’intelligenza artificiale, alle biotecnologie e ai nuovi materiali…gli eredi di Plinio e Volta propongono un parcheggio!

  2. upocattivo

    L’unica è fare un bel “Hub del parcheggio”.
    Fighetti speculatori e trogloditi ruspanti saranno entrambi soddisfatti.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata