Politica

Traffico e Natale, Nessi: “Blocchiamo le auto a Camerlata e Tavernola”

Proposta drastica per contrastare il traffico natalizio a Como: chiudere le strade di accesso verso il centro. Ovvero, in potenza, prima della Napoleona, a Camerlata, e dall’altro capo della città, all’imbocco di via per Cernobbio (zona Tavernaola). Ad avanzare la proposta in consiglio comunale, questa sera, il consigliere di Svolta Civica Vittorio Nessi.

“La linea di intervento che si propone – ha detto in aula, esponendo il contenuto di una mozione ad hoc – riguarda, almeno in una fase iniziale, la direttrice Sud-Nord e punta al raggiungimento di due obiettivi: contingentare l’accesso dei veicoli in convalle per impedire che la fila di macchine inoperose, ma con motore acceso, si formi all’interno della convalle; e poi rendere conveniente l’entrata in città attraverso dei mezzi pubblici o di navette, dopo aver lasciato la vettura nei parcheggi di prossimità (Valmulini, Grandate, Tavernola)”.

Per non lasciare spazio a dubbi Nessi ha esplicitamente affermato che “la prima soluzione risiede nel contingentare l’ingresso in città delle vetture, al fine di evitare la congestione delle auto bloccate nella convalle. Un’analisi del turn over dei parcheggi e della fluidità del traffico in centro consentirà di stabilire il numero di vetture che ogni ora potranno entrare nella città, trovando la possibilità di una comoda soluzione di sosta e senza bloccare la circolazione”.

“Al tempo stesso – ha aggiunto il consigliere di Svolta Civica – la Polizia Locale e una importante rete segnaletica dovrebbero incanalare gli automobilisti verso i parcheggi di prossimità, nei quali vi sia disponibilità di posti. Sulla base di queste premesse, l’alternativa che si porrebbe di fronte agli utenti della strada sarebbe attendere pazientemente (e a motore spento) il turno per entrare in città, oppure utilizzare le frequenti corse verso il centro (navette, bus, treno, battello)”.

Ma nella mozione del gruppo di Svolta Civica c’è una seconda soluzione: “Prevede l’istituzione temporanea di corsie preferenziali destinate a navette, mezzi pubblici e residenti del centro città, su cui potrebbero transitare anche i veicoli privati diretti agli autosili di prossimità. Va da sé che il traffico di mero transito sulla direttrice Sud – Nord dovrebbe essere dirottato sull’asse autostradale che bypassa la città sino a Tavernola”.

Dal canto suo, però, l’assessore alla Mobilità, Vincenzo Bella, ha risposto di ritenersi “ancora convinto che le iniziative messe in campo per gestire il traffico in questo periodo siano poisitve, benché certamente migliorabili”.

“Nello stesso tempo però – ha concluso l’assessore – credo non ci siano le condizioni per bloccare il traffico in entrata, per l’impossibilità di filtrare efficacemente e in maniera selettiva il traffico a partire dalla differenza tra residenti e non”.

  1. Gigi P

    Ma l’Assessore Bella si è reso conto che la città era paralizzata oppure no?

  2. Quella di Nessi sarebbe una proposta fattibile se ci fossero più parcheggi esterni o e/o più grandi e meno parcheggi in convalle. L’orientamento negli anni è stato sempre l’opposto e la situazione creata è difficilmente reversibile purtroppo..

  3. Comino

    Utopia. E rimarrebbe comunque l’accesso dalla parte di Lecco, che mi risulta anche essere il peggiore a livello di caos che genera in ingresso e uscita.

  4. riccardo

    di concreto servirebbe avere personale che fa allontanare le auto ferme in coda negli autosili centrali, dando indicazione su dove dirigersi. indicatori luminosi a camerlata ed in napoleona con indicazioni chiare dei parcheggi accessibili e su come raggiungerli.

  5. l’armando

    Bella idea anzi, suggerirei di
    aggiungere dei cartelli che vadano ad indirizzare gli avventori presso le strutture organizzate di cintura, con parcheggi capienti.
    Il centro di bello non ha nulla, le attività creano disagio.
    Facciamoci prendere dalla frenesia degli acquisti trasferendoci tutti presso la bella cittadina di Zermatt.

  6. Alessandro

    Bella proposta. Condivido

  7. Bravo Nessi ! Sono d’accordo. Il traffico va fermato fuori dalla convalle. Aggiungerei il parcheggio di grandate, nel fine settimana vuoto, a fianco della stazione che porta a lago !!!

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata