Politica

Traglio: “Sacko, bracciante e sindacalista ucciso. Ma è nero, Salvini e Di Maio tacciono”

Spesso tacciato di essere “il miliardario con il cuore a sinistra”, il capogruppo di Svolta Civica in consiglio comunale, Maurizio Traglio, questa sera ha preso la parola in aula per un tema delicatissimo: l’uccisione, a San Calogero (provincia di Vibo Valentia), di Sacko Soumayla, 29enne di origine maliana in Italia con regolare permesso di soggiorno ucciso da un colpo di fucile alla testa mentre cercava lamiere in una fabbrica abbandonata.

Sacko viveva nella vicina tendopoli di San Ferdinando, senza luce e acqua potabile, e abitata dalle persone che lavorano in nero come braccianti nei campi della piana di Gioia Tauro per pochi euro al giorno. Lo scorso 27 gennaio, peraltro, nella baraccopoli c’era stato un incendio in cui era morta una donna, Becky Moses, di origini nigeriane e proprio dopo quell’episodio i migranti avevano iniziato a utilizzare le lamiere per ricostruire le baracche. Nelle ultime ore, inoltre, si è appreso che il maliano era un “sindacalista”, poiché collaborava con l’Unione sindacale di base per i diritti dei braccianti.

“Poche ore fa un attivista che si occupava dei diritti dei braccianti è stato ucciso – ha detto Maurizio Traglio in consiglio comunale – Era immigrato, faceva il bracciante, si occupava dei diritti di chi faceva lo stesso lavoro. Eppure, la politica del nostro Paese non dice una parola. Del caso hanno parlato i giornali o le tv, per fortuna, ma la politica no. E non lo ha fatto perché nero. Il fatto è stato di una gravità assoluta, ma se accade a un nero nessuno dice nulla”.

“Nulla dice il ministro dell’Interno (Matteo Salvini, ndr), nulla dice quello del Lavoro (Luigi di Maio, ndr) – ha aggiunto polemicamente Traglio – Un Paese in grado di pensare si sveglierebbe con l’ansia nel cuore, d’altronde fatti come questo non hanno colore, non hanno nazione. Dovremmo essere un fronte comune contro schifezze come ‘ndrangheta e mafia, ma non accade”.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata