Politica

VIDEO Anzaldo imita il gestaccio di Ronaldo. E Rapinese: “Noi in Comune abbiamo i cogli…”

Il video, in realtà, è del 13 marzo scorso, a clamorosa vittoria della Juventus sull’Atletico Madrid, in Champions League, ancora calda. Ma a Palazzo Cernezzi ha cominciato a circolare con insistenza da poco ed effettivamente il contenuto è di quelli forti.

Protagonisti del filmato, pubblicato sulla pagina Facebook “Rapinese Sindaco” sono, per l’appunto, Alessandro Rapinese e il collega di lista Fulvio Anzaldo. I quali, in una delle tante scenette ironiche che producono di frequente, si ispirano al 3-0 bianconero in Coppa ma ancor più al gestaccio compiuto da Cristiano Ronaldo a fine partita, sorta di imitazione di altrettanta ruvida esibizione – 15 giorni prima – dell’allenatore dell’Atletico Madrid, Simeone (foto sotto). Entrambe le star del pallone si sono prodotte nel non elegantissimo gesto (per usare un eufemismo estremo) delle mani portate ripetutamente e vistosamente all’inguine, a mo’ di esposizione degli attributi.

Ebbene, nel video comasco, Alessandro Rapinese si riprende davanti al Comune di Como e finge di non trovare da ore Anzaldo dopo la partita della Juve. Pochi istanti e il collega appare alle sue spalle, dapprima mettendosi nella classica (e innocua) posa statuaria di Ronaldo dopo un gol e poi, come si diceva, iniziando a mimare il gestaccio del calciatore della Juve e di Simeone (entrambi multati dalla Uefa per 20mila euro, per inciso).

Rapinese chiede: “Anzaldo, ma che fa, ancora festeggia la Juve?”. E l’avvocato, insistendo col gestaccio, ribatte: “Macché Juve, a Palazzo Cernezzi c’abbiamo…”. Con zona pubica ben indicata.

Conclusione di Rapinese: “Mi sa che ha ragione Anzaldo, mi sa che noi a Palazzo Cernezzi abbiamo proprio i coglioni”.

Visto che nessun’altra spiegazione a corredo del video è data, c’è da sperare che si riferisca metaforicamente agli attributi della lista e non alla giunta, a qualsiasi altro amministratore o agli uffici. Sull’eleganza complessiva, al netto dell’evidente gusto goliardico del video, si può comunque discutere.

  1. ….se lo dicono proprio loro due, c’è da crederci…

  2. Gogliardia. Molta.

    Una domanda a Emanuele Caso ora, una domanda che non ha nulla che vedere col video: “Come definirebbe chi lascia il forno crematorio fermo per anni?”

    • Emanuele Caso

      Direi vergognoso, senza dubbio.

  3. 100%Como

    come svilire le istituzioni…
    e come dare la misura della persona che si è…
    Como è attualmente prigioniera di tre gruppi di potere (Landriscina, Traglio, Rapinese) cui manca completamente una visione di sviluppo e crescita collettiva, di capacità di amministrazione e di politica (quella vera al servizio dei cittadini con la P maiuscola), di serietà istituzionale: sperare in un riscatto e in un progetto di condivisione della politica cittadina è attualmente come sperare di ottenere una sfera risolvendo il cubo di Rubik

    • Svilire le istituzioni forse è lasciare il forno crematorio spento, il Tempio Voltiano rotto, Villa Olmo fuori controllo, millantare soluzioni che non arrivano mai. Sbaglio?

      Gruppi di potere? Nel mio gruppo solo voti di cittadini…

    • Svilire le istituzioni un video goliardico?

      La pensiamo diversamente. Trovo molto divertente il video con Anzaldo e trovo uno svilimento delle istituzioni lasciare il forno crematorio spento da anni e/o essere in balia dei partiti e non dei cittadini. Se vuole un puntuale quanto lunghissimo elenco dei vari svilimenti delle istituzioni in atto a Como dia un’occhiata proprio al canale contenente il video in questione…

      • A volte apprezzo (anche dal punto di vista goliardico) i vostri video denuncia ma in questo caso siamo andati ben oltre la goliardia e siamo tra l’offensivo e il volgare. Ricordate che siete sempre dei consiglieri comunali di un capoluogo di provincia…

        • “Ricordate che siete sempre dei consiglieri comunali di un capoluogo di provincia…“ e quindi? Dovrei forse comportarmi diversamente da come mi pare? Sono diventato la prima forza politica in città proprio perché sono sempre stato me stesso. Non cambierò di certo perché voglio diventare sindaco. O ti piaccio così oppure vota un altro.

          • Andrea bordiga

            Se le piace il pecoreccio continui pure visto che fa consenso.. Comunque ho già evitato accuratamente di votarla

        • Continui pure… il prossimo Landriscina/Lucini la aspetta.

  4. Sarebbe da chiedere una commissione consigliare per chiarire se è stata lesa l’onorabilità di istituzione e persone operanti in comune, proprio come quella…… richiesta da Rapinese nei confronti di Nessi!!

    • Andrea, se leggesse il regolamento e leggesse questo post le sarebbe già chiaro.

      • Chiaramente non è applicabile in questo caso il regolamento consigliare ma per analogia direi che il comune (chi poi? i consiglieri, la giunta, il personale, gli uffici?) potrebbe sentire offesa la propria onorabilità per “fatto personale” e lei dovrebbe chiarire pubblicamente se quel “coglioni” si riferiva agli attributi del suo gruppo o alla inettitudine del “comune”…

        • Ottime riflessioni. I coglioni? Sono gli attributi del mio gruppo. Se però qualcuno si dovesse essere sentito tirato in ballo… si faccia delle domande.

  5. Roberta

    Scusi Rapinese :”goliardia” , non “gogliardia “. Grazie ?

  6. Faccio notare che sono l’unico in questo post che usa il proprio nome ed il proprio cognome. Cosa avete tutti da nascondere?

    • Carlo B

      Rapi, da tuo recente sostenitore, mi preme farti sapere che c’è una enorme differenza tra chi é un concittadino peones come me, che non ambisce a nulla e di conseguenza non interessa apparire ma unicamente contribuire esprimendo una personale opinione, e chi come te e molti altri, tiene ad associare la propria opinione o azione alla sua individuazione al fine di consolidare il suo prestigio e consenso.
      Ovviamente se e solo se le opinioni espresse dagli anonimi siano educate e non offensive.
      Detto questo, vai Rapi! I tuoi video li trovo sempre opportuni, bravo a te e a Ansaldo, Mantovani, Martinelli & co!

      • Carlo mi spiace ma non la vediamo allo stesso modo: qualunque cosa io faccia mostro la faccia. Così la penso e così mi comporto. Quante cose diremmomse non dovessimo assumercene le responsabilità davanti ai nostri figli/parenti/amici e conoscenti?

  7. Comino

    Propongo ammenda di 20000€, sia a chi dà del C a qualcuno – comunque non si fa – sia a chi C si dimostra per (de)meriti sul campo (negli uffici).

    • Comino io del coglione non l’ho dato a nessuno e mai l’avrei fatto. Poi, che sia da stupidi avere una città splendida come la nostra e lasciarla in queste condizioni (paratie/ticosa/giardini a lago/palazzetto/etc.) penso non vi sia alcun dubbio…

      • Comino

        Suvvia, non negare. Lo avete fatto e lo avete fatto a ragion veduta. Pur concordando, sinceramente non lo avrei fatto, nel vostro ruolo, con una scenetta “volgare” ma avrei continuato a dimostrarlo con i fatti, come fate da anni. Ci vuole stile. La città ha bisogno di stile ed eleganza anche nelle istituzioni e nei suoi rappresentanti, oltre che di giusta amministrazione. Attendo CRO! 🙂

        • Non ho dato del coglione a nessuno. Punto. Se poi dovessi dirle cosa penso di chi ha voluto le inutili paratie, di chi non fa funzionare il forno crematorio e di chi tarocca firme poi sminuendo il gesto… la parola coglioni non sarebbe comunque adeguata.

          • Comino

            Allora ho frainteso. Mi spiace di avere accusato. Rimane però la volgarità gratuita che non si addice ad un rappresentante delle istituzioni. Anche se io continuo a vederci il giusto doppio senso che ci ho visto da subito. Ok, ho capito, niente bonifico.

  8. Gigi P

    E dai, un po’ di umorismo, suvvia! Che avrà mai sto video di così offensivo?

  9. Emanuele

    Ma Rapinese è quello che affermava negli anni scorsi …: se non saró eletto sindaco mi ritirerò dalla politica …..coerente…..

    • Quando l’avrei dichiarato? Data e luogo per cortesia.

  10. giorgio

    Una buffonata che ha ottenuto l’effetto sperato: un articolo e un po’ di pubblicità.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata