cinque sensi

FOTORACCONTO Orticolario al via: un’esplosione di meraviglia, colore e bellezza

“Orticolario è sempre di più ispirazione ed eleganza per un nuovo rapporto tra l’uomo e l’ambiente che lo circonda.
Una convivenza tra amore per la natura e passione per il bello come stile di vita”.

Poche ma intense le parole di Moritz Mantero, fondatore e presidente di Orticolario, per definire la decima edizione dell’evento, in programma da oggi, venerdì 5, a domenica, 7 ottobre, nel parco storico di Villa Erba a Cernobbio (CO), villa ottocentesca affacciata sulle sponde del lago di Como, già dimora del regista Luchino Visconti.

GALLERY 

L’essenza di Orticolario, oggi, è più chiara che mai, ben visibile in tutti i suoi dettagli, è la trama di una storia costruita intorno alla natura: il giardinaggio, la botanica, il paesaggio, l’arte e il design sono tutti elementi che contribuiscono a solleticare una certa sensibilità, a creare un’idea evoluta di giardino, che può essere fuori e dentro le mura di casa, senza confini concettuali.

Ed eccoci alla fisionomia della decima edizione: il titolo è “Si salvia chi può!”, il tema è il “Gioco”, la pianta
protagonista è la Salvia. Il “Gioco”, un concetto complesso e affascinante capace di generare fantasia, ironia,
mistero, senso della meraviglia. La Salvia, pianta magica, purificatrice e divinatoria, un genere che può vantare una
grande biodiversità contando infatti circa 1.000 specie e centinaia di varietà provenienti da tutto il mondo.

A rendere il racconto ancora più “salvifico” sarà l’ospite d’onore di Orticolario 2018, Roy Lancaster, vicepresidente
dell’inglese RHS, Royal Horticultural Society, scopritore di piante, scrittore e giornalista, che riceverà il premio “Per un Giardinaggio Evoluto 2018”.

Per festeggiare la decima edizione si è deciso di porre nel cuore di Orticolario. la sua piazza, nel padiglione centrale
del centro espositivo, una gigantesca installazione artistica gonfiabile. Un’esperienza immersiva realizzata con la
seta Mantero.

Un cuore che batte per l’arte e che segna un punto di partenza dal quale si sviluppano i giardini e le installazioni allestiti nel parco, ispirati al tema dell’anno e selezionati tramite il concorso internazionale “Spazi Creativi” da una giuria composta da membri di diverse nazionalità; il vincitore si aggiudica il premio “La foglia d’oro del Lago di Como”.

Come sempre l’evento è arricchito da un’ampia esposizione di piante e fiori (tra cui piante insolite e da collezione) proposti da selezionati vivaisti nazionali e internazionali, oltre che da artigianato artistico, installazioni d’arte e design (in particolare il progetto “DehOr. Design your horizon”, aree espositive e di relax realizzate da designer). Nel tempo, inoltre, il programma di incontri culturali e di laboratori didattico-creativi per i bambini è molto cresciuto ponendo Orticolario come il principale evento dedicato alla cultura del bello.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata