Cultura e Spettacolo

GALLERY Il Museo del Ghisallo in gita a Como tra il Broletto e le vetrine dei negozi

Da oggi, sabato 4 maggio, fino all’arrivo del Giro d’Italia a Como la città si trasforma in un museo del ciclismo a cielo aperto.

La coppa del Giro d’Italia 2017

Tanti gli eventi collaterali che questo mese prepareranno cittadini e turisti all’arrivo del Giro in città, tra i quali due mostre, organizzate dalla Fondazione Alessandro Volta, dal Museo del Ciclismo Madonna del Ghisallo e dal Distretto Urbano del Commercio di Como in collaborazione con il Comune.

La prima, Temporary Ghisallo Museum, verrà inaugurata al Broletto alle 17. “La mostra è una selezione di cimeli del Museo del Ghisallo che porta con sé gli aspetti più significativi della struttura museale – ha spiegato l’assessore alla Cultura di Como Carola Gentilini – Vuole ricordare l’importanza del Santuario dedicato alla Madonna del Ghisallo, dal 1949 patrona del ciclismo, ma anche che quest’anno si celebrano i 100 anni dalla nascita di Fausto Coppi”.

E infatti tra i pezzi da novanta da non perdere al Broletto c’è proprio la bici di Coppi, insieme a quelle di Gino Bartali e Fiorenzo Magni.

Le bici di Bartali, Coppi e Magni

La seconda esposizione, “2 ruote rosa” con gli scatti del fotografo Fabrizio Delmati, è invece diffusa in città. “75 vetrine tra via Milano, via Borgovico, via Giulini, via Natta, via Porta, via Vittorio Emanuele, piazza Duomo e via Garibaldi, hanno deciso di aderire a questo progetto con entusiasmo – ha spiegato l’assessore al Commercio Marco Butti – Per la riuscita di questa iniziativa non posso che ringraziare gli sponsor: Bennet, Autovittani e Confartigianato, oltre a tutte le associazioni di categoria”.

Marco Cassino (ConfCommercio) e gli assessori Marco Butti, Carola Gentilini e Marco Galli.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata