Economia

Manoukian apre le porte di Confindustria con una mostra per i 100 anni dell’associazione

Il Presidente di Confindustria Como, Aram Manoukian, ha inaugurato oggi, alla presenza di oltre un centinaio di imprenditori intervenuti per l’assemblea privata dell’associazione, la mostra fotografica allestita per le
celebrazioni dei 100 anni di Confindustria Como.

Rockstar Aram, la speranza di un condottiero nella Como senza leadership

Una scelta, quella di allestire la sede con l’esposizione, fortemente voluta dal presidente Manoukian con l’obiettivo dichiarato di aprire sempre di più Confindustria Como al territorio, invitando da domani 10 luglio, per i prossimi mesi, fino a metà 2020, cittadini, turisti, appassionati, curiosi ad entrare e scoprire questa realtà.

“E’ una mostra bomboniera, piccola ma molto bella – ha commentato Manoukian – Abbiamo voluto allestirla qui in via Raimondi per aprire alla città la nostra sede. E speriamo in primavera di poter spostare alcuni scatti anche all’ingresso del palazzo. Vogliamo che la gente si chieda cosa accade in questo edificio ed entri”.

Curato dallo studio Arkham Project di Como, l’allestimento ha interessato tutto il piano rialzato dello stabile. L’obiettivo era esaltare il più possibile gli splendidi scatti realizzati dal fotografo Niccolò Biddau che raccontano la storia dell’associazione e delle industrie del territorio in una sintesi perfetta tra passato, attualità e futuro.

Sarà una mostra in più cicli che prevedono di alternare numerose immagini, nei prossimi mesi, nei 24 spazi ricavati nell’atrio. Un grande bancone in ferro divide i percorsi e ospita le informazioni multimediali. Con un rinnovo ciclico degli scatti, la mostra rimarrà aperta al pubblico quasi un anno.

In questo arco di tempo verranno, quindi, esposte le fotografie che attraverso differenti approcci illustrano la ricchezza della realtà industriale, a partire dall’essenziale rapporto con il territorio e con la storia, per evidenziare i settori, le produzioni, le forme, i valori come l’impegno per la sostenibilità e l’education.

La spiccata tradizione del settore tessile – come ha rilevato nei suoi studi propedeutici lo storico Fabio Cani che ha curato la mostra – non ha precluso lo sviluppo nel territorio comasco, dal lago all’alta pianura, di produzioni in altri svariati settori, che si esprimono in fasi produttive tese a ottenere il risultato più efficace per soddisfare le esigenze della società e in forme che riassumono non solo la funzione e l’uso degli oggetti, ma anche il loro valore simbolico e ideale.

Tutti questi spunti e piste di ricerca troveranno spazio in un volume di sintesi storica, ricco di informazioni e di immagini di Confindustria Como e della cultura imprenditoriale industriale del territorio.

La mostra fotografica sarà aperta al pubblico a partire dal 10 luglio da lunedì a venerdì con i seguenti orari: 8.30 – 12.30 e 14.00 – 18.30.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata