Cultura e Spettacolo

Premio Antonio Fogazzaro 2018: i vincitori dell’undicesima edizione

Sono stati svelati sabato 15 settembre, nella cornice di Villa Camozzi di Grandola ed Uniti, i vincitori dell’undicesima edizione del Premio Antonio Fogazzaro per i concorsi Racconto inedito, Poesia edita e Il baule della memoria.

Alla cerimonia, condotta da Rossella Pretto, sono intervenuti Alessandro Fermi presidente del Consiglio di Regione Lombardia, Maria Grazia Sassi, Consigliere della Provincia di Como, Gianfranco Zanfanti Sindaco di Grandola ed Uniti, Enrico Nogara, Vice Sindaco di Grandola ed Uniti, Giuseppe Farina Sindaco di Valsolda, Mario Abele Fumagalli Presidente BiM-Consorzio del Bacino Imbrifero Montano del Ticino di Porlezza, Gianluigi Ceriani, Servizio Sviluppo Business – Direzione Territoriale Lombardia Ovest del Credito Valtellinese, il curatore del Premio Alberto Buscaglia e alcuni membri della giuria.

Ideato per far emergere nuovi talenti letterari e promuovere la giovane poesia in lingua italiana e in dialetto, in questi anni il Premio Antonio Fogazzaro ha contribuito a ridestare l’attenzione sulla figura e l’opera di Antonio Fogazzaro e a riproporre la conoscenza dell’incantevole territorio della Valsolda, la terra natale della madre dello scrittore vicentino così affettuosamente descritta nei suoi romanzi maggiori. Alberto Pellegatta, poeta milanese quarantenne, vince la sezione dedicata alla Poesia edita in lingua italiana e in dialetto (riservata alle raccolte pubblicate tra il 1°gennaio 2017 e fine aprile 2018 e aperta ad autori italiani e stranieri di lingua italiana, maggiorenni e fino ai cinquant’anni di età) con “Ipotesi di felicità” (Mondadori, 2017).

Al secondo posto Marco Corsi di Milano con “Pronomi personali” (Interlinea, 2017). Sul terzo gradino del podio sale Gabriel Del Sarto di Ronchi (MS) con “Il grande innocente” (Nino Aragno, 2017).

Segnalati dalla giuria a pari merito (in ordine alfabetico): Corrado Benigni di Bergamo con “Tempo riflesso” (Interlinea, 2018); Maria Borio di Perugia con “L’altro limite” (LietoColle, 2017) e Lorenzo Caschetta di Modena con “Antelucana” (Stampa2009, 2017).

Vince la sezione dedicata al Racconto inedito Simona Matraxia di Asigliano Vercellese (VC) con “Lieder ohne Worte” per aver rappresentato con originalità narrativa, mediante una prosa insieme delicata e passionale di evidente ascendenza romantica e controllato andamento musicale, l’affascinante spartito emotivo della musica e dei sentimenti.

Al secondo posto Francesco Di Vincenzo di Chieti con “Moro in Finlandia”, mentre è classificata terza Valentina Zunino di Imola con “Monocromo”.

Gli altri finalisti a pari merito sono (in ordine alfabetico) Pietro Berra (Como) con “Un bastimento carico di…”; Emiliano Dominici di Livorno con “Un’estate sull’isola”; Sara Galeotti di Roma con “Chiamata dalle lucciole”; Carlo Monteleone di Palmi (RC) con “La stella sulla giacca”; Marella Nappi, di Lanciano (CH) con “Lo scacco della memoria”.

Il baule della memoria, il nuovo concorso riservato a racconti delle Valli e dei Comuni facenti parte del BiM-Consorzio del Bacino Imbrifero Montano del Ticino di Porlezza, è stato vinto da Rinaldo Travella di Carlazzo (CO) con “Due storie di un mondo piccolo”.

Al secondo posto Mariagabriella Licata, di Corsico (MI) con “La terra tra i due laghi”. Terza classificata Giada Butti di San Nazzaro Val Cavargna (CO) con “Il rumore dei ricordi”.

Tutti i testi premiati e finalisti sono stati pubblicati nell’undicesimo volume antologico del “Premio Antonio Fogazzaro 2018” edito e offerto da New Press Edizioni.

 

INFO
Maggiori dettagli al sito

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata