Cultura e Spettacolo

Piccola Pusiano, trionfo da record, sindaco rock: 7mila persone a “PalcoLive”. E ciao ciao Como

Su queste pagine abbiamo scritto spesso di tutte le località che, in fatto di cultura ed eventi, stanno superando Como sulla corsia di accelerazione.

 

Abbiamo parlato di Cernobbio e degli eventi “scippati” a Como.

Abbiamo raccontato di Blevio, dove gli organizzatori del Blevio Summer Festival, con sagacia, hanno esposto un beffardo “Como dorme, Blevio Balla!” nei giorni immediatamente precedenti alla manifestazione.

La lista diventa davvero lunga, poi, se aggiungiamo Laglio, Tremezzina, Bellagio, Zelbio, tutti paesi con un invidiabile programma culturale estivo di cui abbiamo scritto in un numero speciale del nostro settimanale.

Lista che conta una nemesi in più, dopo il weekend appena passato.

Anche Pusiano si è infatti dimostrato una temibile concorrente per Como, con l’11esima edizione di PalcoLive, festival di musica dal vivo, che ha registrato uno sbalorditivo numero di visitatori: 7mila tra i soli giorni di sabato e domenica.

Complice la lineup internazionale di artisti arrivata in paese per l’evento, i numeri parlano di un successo indiscusso.

Di seguito riportiamo il comunicato diramato dagli organizzatori:

Oltre settemila presenze stimate. Successo per PalcoLive, tenuto sabato e domenica scorsi nel parco comunale di Pusiano. Giunto alla 11esima edizione, il festival di musica live quest’anno si è rinnovato non solo nel nome. La scommessa era nel nuovo modello organizzarivo: concerti più lunghi, una nuova acustica, l’allargamento dell’offerta a un sistema che facesse da volano turistico-economico al territorio. Di qui la chiusura del lungolago per dare spazio allo street food di qualità, con prodotti tipici sia dall’Italia che dall’estero: dalla Valtellina al Piemonte, dall’Austria alla Spagna.

Appassionate e trascinanti le performance degli artisti. Nella serata di sabato la parte del leone l’ha fatta Cisco, pseudonimo di Stefano Bellotti, ex Modena City Ramblers. I tre big della giornata di domenica sono stati Bob Malone, per la prima volta in Italia con le coriste, Michael Chapman e gli Hothouse Flowers, che hanno scelto PalcoLive per a loro unica data italiana.

Tra gli altri si sono esibiti nella due giorni: Gabriele Mancuso Band , Luca Olivieri Band, 404 NotFound, Acoustic Noise, Aura, Tupsico, Learning to floyd, Silences, Save, Dinamika, I-Scream, Lambic Acoustic Trio. Importante riscontro anche per le giovani proposte, che hanno suonato in un corner musicale allestito nei giardini affacciati sul lago. La manifestazione è stata realizzata grazie al sostegno del Comune di Pusiano e degli sponsor tra cui l’ Internet Service Provider ULI – Utility Line Italia.

“L’obiettivo – afferma Vittorio Figini, presidente di PalcoLive – è stato raggiunto non solo per la presenza del pubblico, ma soprattutto per come questo ha apprezzato il nuovo modello organizativo. Ringrazio tutti gli appassionati e i giovani che costituiscono la nostra neonata società per l’entusiasmo e l’impegno, la direzione artistica di Bodo Strumenti Musicali di Cantù, il Comune di Pusiano e il sindaco Andrea Maspero. La nuova macchina è partita, l’anno prossimo avremo modo di lavorare per tempo e ottimizzare ulteriormente l’offeta. Posso anticipare che porteremo un grandissimo nome internazionale.”

“Avevamo scommesso – dichiara Andrea Maspero, sindaco di Pusiano (esponente di Forza Italia, ndr) – sul rinnovo del nostro tradizionale festival, il maggiore del genere della provincia di Como, che è diventato PalcoLive. Nonostante i tempi ristretti di preparazione, è stato un successo: le presenze sono notevolmente aumentate, la qualità degli artisti e la resa musicale sono migliorate”.

“L’organizzazione è stata straordinaria, come tutti hanno potuto vedere – chiude il sindaco – Penso allo street food, ai tavoli riempiti nel Parco, a come hanno funzionato i parcheggi. Un grazie alla società PalcoLive, a Bodo Strumenti Musicali, agli sponsor, tra cui il main ULI – Utility Line Italia. Un grazie ancora più grande a tutta l’organizzazione, a Elena Gaggion, a tutti i ragazzi e i volontari che hanno permesso tutto questo. Si è trattato di un volano formidabile per il nostro Comune e per tutto il territorio”.

 

 

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata