Cultura e Spettacolo

Ragazzi, insegnanti, “Arci Trebisonda” e Annoni: spettacolo itinerante nel parco del Giovio

I ragazzi e gli insegnanti del Liceo Giovio, con la collaborazione della Compagnia Teatrale Arci Trebisonda di Como, raccontano in modo ironico e irriverente la nostra società. E lo fanno con uno spettacolo itinerante nel parco della scuola dal titolo “Quando parlo, mi odi (?)”.

“Entrare negli spazi del Liceo Giovio, girare liberamente, e incontrare strani personaggi che discutono: sono borghesi, intellettuali, sono studenti, sono professori, immobilizzati dalla loro stessa logica, sono giovani coppie che non capiscono più quale sia il giusto ruolo da tenere in questa società, sono ex studenti, ex insegnanti, coppie scoppiate che il ruolo lo conoscono, ma non riescono più a mantenerlo, anziani che vorrebbero “fare” ma la loro logica ormai precaria non glielo permette” spiegano le note di regia dello spettacolo coordinato e diretto da Stefano Annoni e nato da testi di Maddalena Mazzocut-Mis e Alessandro Quattrone.

“Discussioni che si ripetono all’infinito, che sfiorano la tragedia e ricascano continuamente nella farsa del quotidiano. Quei personaggi siamo noi, l’estremizzazione della nostra società, bloccata nell’azione e nelle infinite discussioni, incapace di “fare”, schiacciata dalla burocrazia, dal vorrei ma non posso, da problemi che sembrano insormontabili, incapace di stare al passo con i tempi, con i nuovi ruoli che ci impone la società, con “genitori” fuori dal tempo costretti al ruolo di vittime inascoltate. Tinder, le paratie, la malasanità… Poco importa se la causa di tutto questo è la società, la tecnologia o la malattia, l’ironia sarà il minimo comune denominatore di queste discussioni” proseguono.

Per scoprire come racconteranno il nostro mondo i ragazzi del Giovio l’appuntamento è per venerdì 31 maggio alle 18.30 negli spazio esterni del Liceo. L’ingresso è libero e aperto a tutti ma è richiesta la prenotazione a arcitrebisonda@gmail.com.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata