Cultura e Spettacolo

Sì, questo è un teschio. Plinio il Vecchio in mostra con un sogno: “Museo a Palazzo Pantera”

Un viaggio nel tempo dalla bellezza della vita e della natura ai misteri della morte. Il Broletto da stasera cambia volto e accompagnerà i visitatori in un viaggio suggestivo grazie alla mostra multimediale “I volti di Plinio. Natura est vita” di Fondazione Volta curata da Accademia Pliniana.

Archeologia, arte e scienza insieme per raccontare la figura di un illustre comasco, Plinio il Vecchio e l’influenza della sua opera principale, la Naturalis Historia.

Proprio lui che lo scultore Rodari volle celebrare insieme al nipote con due statue poste sulla facciata del Duomo benché pagani, tanto era grande la loro importanza, e che ancora oggi è tra le voci più cercate su Wikipedia e inserito dal il MIT di Boston tra i personaggi che hanno maggiormente influenzato la cultura dell’umanità.

GALLERY-SFOGLIA

Più famoso di Bob Dylan e Zambrotta. 2mila anni di Plinio: ‘il Vecchio’ è un supergiovane 

Brani delle sue opere, ma non solo, proiettati sulle pareti e incorniciati da una fitta vegetazione, visori multimediali grazie ai quali sprofondare nelle viscere del Vesuvio e una cascata di lapilli conducono i visitatori a un ambiente separato, una sorta di scatola rossa in cui assistere, grazie al contributo del Museo Virtuale di Ercolano, all’eruzione che costò la vita, tra gli altri, proprio a Plinio.

E in fondo alla sala, quasi nascosto, il teschio che sarebbe appartenuto al nostro illustre concittadino. Una scelta, quella di non renderlo protagonista assoluto sfruttando l’indubbio appeal di questo genere di reperti, che rende ancora più merito agli organizzatori di questa mostra perché questo rappresenta solo uno dei tanti “volti” di questo straordinario personaggio che vale la pena conoscere e valorizzare.

E tra i saluti e i ringraziamenti di rito dell’inaugurazione, vale la pena riprendere le parole di Luca Levrini, presidente di Fondazione Volta, che sottolinea come “l’orgoglio di avere qui il presunto teschio di Plinio non deve esaurirsi qui ma deve arrivare a concretizzarsi nelle celebrazioni per il Bimillenario nel 2023/24”.

A fargli eco, Massimiliano Mondelli, presidente dell’Accademia Pliniana che si augura che questo sia solo i primo passo verso qualcosa di più concreto per la città: “I lavoro alla Torre Pantera sono finalmente ultimati e sarebbe bello che lì potesse trovare spazio il progetto di museo virtuale dedicato ai Plinii che abbiamo presentato per il bando Emblematici Cariplo – spiega – sarebbe la conclusione pergetta di una piazza che, con il Duomo, il Teatro Sociale e la Casa del Fascio di Terragni si presta a rappresentare il perfetto genius loci della città”.

Ne avevamo parlato mesi fa con ampie anticipazioni:

Torre Pantera un sogno e la rinascita: il Museo dei Plinii (che si candida per Cariplo) 

E se a questo aggiungiamo il progetto, sempre dell’Accademia Plininiana, di un museo virtuale dedicato agli uomini illustri comaschi da realizzare a piano terra del Liceo Volta (sempre presentato nell’ambito dei fondi Emblematici), c’è di che sognare, e rimboccarsi le maniche. Avevamo anticipato anche questo progetto:

MUSEO VIS: GALLERY-SFOGLIA

Museo ipertecnologico con i supereroi comaschi al Volta. Il progetto in anteprima 

I VOLTI DI PLINIO – NATURA EST VITA
1-10 NOVEMBRE
PALAZZO DEL BROLETTO DI COMO
GIORNI FESTIVI 10:30 – 19:30
GIORNI FERIALI 13:30 – 19:30
Ingresso libero
La Mostra sarà aperta a scuole e gruppi anche la mattina.
Per informazioni e prenotazione info@fondazionealessandrovolta.it, tel. 031 579811.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata