Cultura e Spettacolo

Strade Rosse: allo Spazio Parini, Vites rilegge Jannacci su note di Nebbiolo e Sulutumana

Parte della rassegna “Strade rosse”, una serie di appuntamenti culturali all’insegna del racconto organizzati e presentati da Maurizio Pratelli, giovedì 24 ottobre, allo Spazio Parini di Como, verrà presentato il saggio “Enzo Jannacci, canzoni che feriscono” dall’autore e giornalista Paolo Vites.

Maurizio Pratelli, a destra

La serata verrà accompagnata da un omaggio al grande artista milanese con i membri dei Sulutumana,  Giambattista Galli, Nadir Giori e Francesco Andreotti che presenteranno il loro imminente concerto al Teatro Sociale di Como domenica 27 ottobre.

I membri dei Salutumana

Durante l’evento verrà servita una degustazione di Nebbiolo dell’azienda piemontese “Il Vino e le rose”.

Nel proprio saggio, Paolo Vites, uno dei critici musicali più anticonformisti del panorama contemporaneo, racconta le ferite procurate dalle canzoni di Enzo Jannacci, rileggendo l’opera del cantautore milanese sotto una luce nuova, rigettando la semplificazione critica del “cantante demenziale” e portando in luce i brani in cui la “ferita al cuore” è più evidente.Si pensi alla voce di Jannacci in Sei minuti all’alba – nella versione dell’album The Best – un piccolo capolavoro struggente o all’incredibile intensità interpretativa, forse mai così turgida, mentre canta Il Duomo di Milano.

Protagonista della degustazione sarà “Amore e Psiche”, vino ottenuto dalla vinificazione in purezza di uve nebbiolo prodotta dall’azienda piemontese “Il Vino e le rose”, fondata nel 2017 da quattro vignaioli piemontesi noti per un approccio verde e rispettoso dell’ambiente, una maturazione naturale dell’uva in cantina senza interventi esterni e il rapporto diretto con il cliente finale spesso invitato a un consumo critico del prodotto.

 

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata