Attualità

VIDEO Dal Teatro alla Scala per i lavoratori licenziati di Campione: il canto da brividi

Un 2019 iniziato nel peggiore dei modi possibili per i dipendenti del Casinò di Campione, come raccontato qui da ComoZero: il 31 dicembre 2018 è stato l’ultimo giorno di lavoro per 469 lavoratori, in attesa dell’arrivo del commissario straordinario.

“Siamo in attesa dell’arrivo del commissario straordinario inviato dal Governo – commenta Matteo Guanziroli Lombardo, segreteria Uilcom – sarà suo il compito di valutare l’esistenza delle condizioni per la riapertura della casa da gioco”.

“Ci auguriamo – continua – di poterci sedere quanto prima a un tavolo con il commissario per poter  collaborare e accelerare il processo di rinascita dell’intera comunità”.

Una situazione complessa, non solo per i dipendenti del Casinò ma anche per tutto il microcosmo che gli gravita attorno, che non ha lasciato indifferente il Teatro alla Scala di Milano.

“I lavoratori del Casinò e quelli del Teatro alla Scala – continua Guanziroli Lombardo – appartengono alla stessa categoria: quella dei lavoratori della comunicazione e dello spettacolo. In un recente incontro Uilcom ci siamo incontrati e si sono offerti di venire a sostenerci”.

Promessa mantenuta: oggi pomeriggio, presso il piazzale Maestri Campionesi, alcuni artisti del coro del teatro si sono esibiti per esprimere solidarietà ai lavoratori della casa da gioco.

“Il loro gesto – conclude Guanziroli Lombardo – significa molto per tutta la comunità di Campione e di questo li ringraziamo”.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata