Attualità

“Zoc del Peric” e Brenna più puliti grazie al Campo di Volontariato della Brianza

Sono terminati con successo i lavori della sesta edizione del Campo di Volontariato internazionale “Brianza hills”. E sono già rientrati nei loro rispettivi Paesi i volontari che provenivano da vari Paesi: Giappone, Russia, Danimarca, Serbia, Spagna, Francia, Germania; a questi si sono affiancati alcuni volontari del territorio.

Il Campo ha avuto il momento di chiusura ufficiale venerdì 9 agosto, con la consegna degli attestati di partecipazione (ai 13 volontari più il capo-campo) da parte degli organizzatori, ovvero dai responsabili del Circolo Ambiente “Ilaria Alpi” e dai sindaci e assessori dei 4 comuni di Alzate Brianza, Brenna, Lurago d’Erba e Inverigo.

Presenti anche i membri dell’associazione Brenna Pulita, che ha collaborato ai lavori sul campo. La serata si è quindi conclusa con una cena presso la baita degli Alpini di Lurago.

Molti i lavori eseguiti durante le due settimane del Campo.

Nella prima parte i volontari sono intervenuti nell’area del PLIS “Zoc del Peric”, compreso tra i comuni di Alzate, Lurago e Inverigo (con quest’ultimo che da poco è entrato ufficialmente a far parte del Parco sovracomunale, ampliandone in tal modo la superficie protetta), con lavori di riqualificazione ambientale, tra cui: sistemazione di alcuni tratti dei sentieri, pulizia dell’antico lavatoio, installazione di una passerella per le visite guidate all’area umida, posizionamento di cassette per favorire la nidificazione degli uccelli ed altri interventi di conservazione ecologica.

Nel corso della seconda parte del Campo, i volontari hanno invece operato nelle aree naturali di Brenna, dove hanno eseguito alcuni interventi di sistemazione ambientale in particolare nell’area naturale del Vallone di Brenna, grazie al coordinamento con l’associazione Brenna Pulita.

Per i volontari non sono mancati i momenti di svago e di conoscenza della zona della Brianza comasca e del lago di Como: visite guidate nel territorio, della città di Como e di Bellagio, conoscenza e cucina delle erbe spontanee raccolte nell’area dello Zoc, oltre ad altri momenti di aggregazione e di divertimento.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata