Attualità

Eventi estivi, Gentilini: “Show diffusi di mezz’ora, budget 70mila euro. Il palco? Non è a norma”

Filtra finalmente qualche dettaglio più preciso sul bando comunale destinato a finanziare gli eventi estivi in città. A dare qualche delucidazione è stato l’assessore al Turismo e alla Cultura Carola Gentili. La quale, però, ha anche ufficializzato una situazione paradossale: “Non abbiamo un palco disponibile, se non rimettendolo a norma”. Piuttosto incredibile ma vero.

Su sollecitazione della consigliera Ada Mantovani (Gruppo Misto), Gentilini è poi entrata nel dettaglio delle azioni di Palazzo Cernezzi.

“Il 23 maggio in giunta abbiamo condiviso un indirizzo – ha affermato Gentilini – Pubblicheremo un bando multimisura entro la metà giugno con un budget di 70mila euro, cifra non altissima. Risentiamo anche dei numerosi vincoli da rispettare per realizzare grandi eventi, cosa sempre più complicata sia sul fronte pratico sia sotto quello economico. Poi – ha aggiunto, come già accennato – non abbiamo il palco disponibile se non rimettendolo a norma”.

Il bando multimisura, sarà rivolto a “eventi diffusi che verranno assemblati in un calendario unico consultabile sia via web sia in un formato cartaceo disponibile negli infopoint e nelle attività commerciali della città”.

Sulla tipologia degli eventi diffusi, Gentilini ha affermato che “intendiamo performances della durata di 30 minuti, anche più di una nell’arco della serata, gratuite, all’aperto, con un regolamento per il posizionamento degli artisti. L’obbiettivo – ha aggiunto l’assessore – è che la città stessa sia la scenografia delle performances, previste da luglio a settembre compreso”.

In ultimo, Gentilini ha sottolineato che “la selezione delle performances sarà fatta sulla base di curriculum, delle performance e della minima scenografia proposta”.

IL COMMENTO Diktat di giorno, soldi e piazze di sera: insidie e volti del Comune sugli artisti di strada

  1. periferico

    con i soldi della tassa turistica era impensabile aggiornare le strutture disponibili?…

    • giorgio

      Forse sono i soldi che han risparmiato dalla bolletta spegnendo il wifi: davvero geniale questa amministrazione.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata