Attualità

Il Gloria e Xanadù: i primi 50mila euro. I comaschi amano quella meravigliosa macchina dei sogni

Un piccolo passo per l’Arci (ma essenziale), un grande passo (insperato) per la città.

A volte ci si fida troppo poco. Fuori di retorica ma fuori davvero: ogni volta che accade una cosa buona ci si stupisce all’eccesso, quindi forse è sbagliato non scommettere (comunque un po’ in fiducia e un po’ in azzardo) sugli altri.

Quindi giù il cappello per i ragazzi di Xanadù, non solo per il (vitale) risultato di cui scriveremo tra un istante, ma per non aver perso speranza. E hanno fatto bene.

Raccontano: “Manchi tu nell’aria, la grande campagna di raccolta fondi per preservare il cinema Gloria di Como chiude la prima parte con oltre 50.000 euro di raccolta, un risultato lusinghiero reso possibile dai tanti che si sono mobilitati in questi tre mesi: singole persone, le associazioni e i tanti artisti che hanno offerto i loro spettacoli e che ringraziamo di cuore per l’affetto e la passione che ci hanno dimostrato”.

Cosa è successo? In sintesi (qui tutta la vicenda):

1 – Cinema Gloria, raccolta fondi al via: 750mila euro. Nessi e Gatti garanti, sogno Clooney 

2 – Quasi amici, l’alleato che non ti aspetti. Gaddi: “Salviamo il Gloria. La Sinistra? Ci siamo simpatici”

3 – Anche il Giro d’Italia in campo per il Cinema Gloria con il film di Matelis

Insomma, la ruota comincia a girare e sa il cielo quanto se lo meriti quella meravigliosa macchina dei sogni che è da una vita il Cinema Gloria.

“Questi tre mesi – spiegano ancora da Arci – ci hanno detto anche del grande potenziale della campagna, del’interesse che sta suscitando anche in ambiti distanti da noi, delle tante proposte e iniziative artistiche a cui dare un calendario, di possibili vie finanziarie da esplorare; tutte cose che ci rendono ottimisti e dire con forza che la rotta è tracciata, e che vale la pena continuare verso la nostra meta”.

Così ecco una novità, importantissima: “Con la proprietà abbiamo concordato una nuova data per la firma del compromesso e avviato un ragionamento sulla possibile dilazione dei tempi di pagamento. La nuova data è il 31 dicembre 2019, per allora dovremo aver raggiunto almeno i 120.000 euro indicati come primo obiettivo, questo ci darebbe sufficiente tranquillità per andare alla firma”.

E si prepara il piano per i prossimi mesi: “Già da oggi partiamo dunque a preparare la campagna d’autunno di Manchi tu nell’aria, saranno quattro mesi ricchi, intensi, pieni di iniziative. Il primo appuntamento sarà il 7 e 8 settembre per due giorni di festa che segneranno il nuovo lancio della campagna. Ma la campagna continua e durante l’estate ci troverete con il nostro banchetto in piazza Martinelli a Como e in tutti i luoghi dove saremo a fare cinema all’aperto, potrete ricevere informazioni e portare idee, offrire suggerimenti e donazioni perché #iltempoèora!”

Per la campagna sono mobilitati, tra gli altri, Angela Finocchiaro:

ZeroCalcare:

Storie del Tg2:

Marco D’Amore:

Daniele Biacchessi, Marino Severini e Sandro Severini:

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata