Attualità

Jennifer Aniston, Borghese, D&G, il canile in fiamme, la crisi Canepa: fotoracconto del 2018

C’è davvero l’imbarazzo della scelta. Il 2018 comasco ha riservato un tesoretto di notizie quasi infinito. Ma giocoforza, dovendo operare una selezione per non pubblicare l’intero archivio di ComoZero, il tema dei temi nell’anno che si sta chiudendo vede turismo e grandi eventi segnare il passo di quasi tutte le cronache cittadine.
Come sapete siamo nati il 14 febbraio, quindi manca fatalmente qualche elemento.

1 – Alessandro Borghese e 4 ristoranti. Dopo un inspiegabile rifiuto iniziale (dalla Camera di Commercio) la trasmissione dello chef è approdata a Como, riprese, bagni di folla e incoronazione per il Crotto del Sergente di Lora.

2 – Jennifer Aniston, Adam Sandler, Netflix. Il colosso dello streaming sceglie Como e i paesi del lago per una megaproduzione con le due stelle assolute della commedia statunitense. Gli scatti del nostro Carlo Pozzoni raccontano il set in centro storico.

3 – Dolce&Gabbana. I due stilisti affittano Villa Olmo e numerose altre location per un evento esclusivo, presentano prodotti griffati Como e portano il bel mondo sulle sponde del Lario

4 – Ospite dei festeggiamenti D&G il magnate Mukesh Ambani, numero uno del colosso petroligero Reliance Industries Limited, secondo uomo più ricco dell’india, decide di affittare Villa Olmo per la festa di fidanzamento della figlia Isha, futura sposa di Anand Piramal, erede del colosso farmaceutico Piramal Group. Magione affittata per una settimana e 600 invitati, una cosa fra intimi.

5 – Lasciando le stelle e il bel mondo luglio segna una svolta centrale per la città. Dopo ere geologiche di contese e questioni legali Comune e Multi (azienda che vinse l’appalto per il rilancio dell’area Ticosa) giungono a un accordo. L’area torna nella piena disponibilità dell’amministrazione (cosa ne sarà, al momento però, resta ancora un’incognita).

6 – Durante gli scavi per il restauro-ricostruzione dell’ex Cineteatro Cressoni di via Diaz viene ritrovato un tesoro preziosissimo: un’anfora piena di monete d’oro. Un ritrovamento definito “epocale”, la notizia fa il giro del mondo. Quando e se verranno esposte in città ancora non è dato sapere. Il tesoro, per ora, resta nello scrigno.

7 – Uno spaventoso incendio devasta il Canile della Valbasca. E’ corsa alla solidarietà per la ricostruzione, nel giro di poche settimane la raccolta fondi supera i 200mila euro. Addirittura la struttura viene nominata in tre eredità.

8 – Anno non idilliaco per il sindaco di Como, Mario Landriscina. Una maggioranza consigliare in costante fibrillazione, rapporti tesi tra alleati e fibrillazioni di giunta portano Forza Italia a abbandonare l’esecutivo. Ligia al dovere l’assessore Amelia Locatelli saluta e va a casa. Viceversa il collega Franco Pettignano si dimette, lascia gli azzurri, entra in Fratelli d’Italia e nel giro di mezzo pomeriggio con la nuova casacca torna al proprio posto.

9 – La crisi della Canepa. Dopo mesi di difficoltà l’azienda di San Fermo, oggi gestita dal Fondo DeA Capital, avvia le procedure per il concordato in bianco in tribunale a Como. Il management ha tempo 120 giorni (con eventuale proroga di altri 60) per studiare un piano industriale che porti alla salvezza. Nel frattempo i dipendenti sono scesi in strada ricevendo il supporto unanime e trasversale di sindacati e politica. (Ph: Congregalli, Pozzoni)

10 – Paratie. La Regione presenta il progetto. Se quasi nessuno entra nel merito degli aspetti tecnici e sotterranei non mancano le polemiche per la parte superiore priva di arredi anche se da Palazzo Lombardia spiegano che le rifiniture faranno parte di un percorso di scelta e condivisione con il Comune di Como.

11 – Città dei Balocchi. L’evento natalizio comasco, arriva al 25mo anno di vita. Un successo senza precedenti tanto che nel fine settimana dell’otto dicembre la città viene letteralmente invasa da decine di migliaia di persone (incredibilmente lo sfortunato autosilo Valmulini si riempie fino a saturazione). Un fenomeno di tale portata da spingere a misure eccezionali per la sicurezza organizzatori, questura e prefettura concordano per i week end successivi una serie di accorgimenti per garantire festeggiamenti e incolumità pubblica

12 – Scusate ma dovete concederci, in chiusura, di giocare in casa. Il primo dicembre 2018 nasce ComoZero settimanale, gemello cartaceo di questo sito. Una scommessa editoriale quasi unica (il passaggio web-carta non è cosa di tutti i giorni) del nostro editore e del gruppo Netweek (qui la mappa della distribuzione).

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata