Attualità

Como, i guerrieri del clima domani in corteo: “Ci avete traditi, noi salveremo il pianeta”

Anche Como farà la propria parte durante la giornata mondiale di sciopero per il futuro, con un corteo che partirà domani 15 marzo alle 8.30, dal parcheggio dell’Ippocastano, passando poi per le vie del centro, sostando davanti al palazzo del Comune per poi concludersi in Piazza Cavour alle 13.30.

Durante le previste soste del corteo, i partecipanti terranno una serie di interventi che esploreranno le molteplici implicazioni del cambiamento climatico.

Al pomeriggio, il gruppo si sposterà all’Università dell’Insubria, sede adibita per l’occasione a diversi di interventi di esperti di clima ed ecologia.

Tra i relatori, anche Davide Faifer, il primo a rilanciare davanti a Palazzo Cernezzi lo “Sciopero per il Clima”, protesta silenziosa lanciata la scorsa estate dall’adolescente svedese Greta Thunberg.

Davide, eco-guerriero davanti a Palazzo Cernezzi: “Sciopero per difendere il pianeta” 

“Tanti cittadini singoli, studenti, associazioni hanno aderito. C’è stata una buona risposta. Ci sarà addirittura una classe delle elementari. Siamo anche molto felici di aver potuto organizzare la serie di conferenze nel pomeriggio con una serie di esperti che siamo riusciti a coinvolgere – spiega Davide – le aspettative sono tante. Prima di tutto, vogliamo allargare la questione degli scioperi. Domani non sarà un punto d’arrivo. Sarà una rampa di lancio da cui iniziare davvero a parlare del cambiamento climatico e prendere azioni serie a livello istituzionale e personale. Mi aspetto di poter rivedere queste persone attive nei futuri scioperi”.

Alla manifestazione hanno aderito diverse realtà dell’associazionismo comasco, come Arci Como, Como senza frontiere, la Consulta Provinciale degli Studenti Como,Coordinamento Comasco Pace, Legambiente Como,Terra Viva, Rete Clima, Associazione Il Faggio sul Lago. EnvironMental, L’isola che c’è, Biochronicles, Battito d’Ali, Cgil Como Camera del Lavoro Territoriale, Parada par Tücc, Civiltà Contadina. Culturaintour Como, Como Animal Save, Como Climate Save, FIAB Como BiciAmo, Federconsumatori e il Circolo Ambiente “Ilaria Alpi”.

Davide non è solo: gli ecoguerrieri del clima sono diventati 5 (e rispondono agli haters) 

In preparazione all’evento, il comitato organizzatore del corteo ha diffuso una nota per spiegare le motivazioni della manifestazione.

VIDEO: La protesta per il clima s’ingrossa davanti a Palazzo. Gli eco-combattenti e il vertice con l’assessore 

Noi, i giovani, siamo profondamente preoccupati per il nostro futuro.

L’umanità sta attualmente causando la sesta estinzione di massa delle specie e il sistema climatico globale è sull’orlo di una crisi catastrofica. I suoi effetti devastanti già toccano milioni di persone in tutto il mondo. Tuttavia, siamo ben lungi dal raggiungere gli obiettivi dell’Accordo di Parigi. I giovani rappresentano oltre la metà della popolazione mondiale.

La nostra generazione è cresciuta con la crisi climatica e ne subiremo gli effetti per il resto della nostra vita. Nonostante ciò, la maggior parte di noi non è coinvolta nel processo decisionale locale e globale. Siamo il futuro senza voce dell’umanità.

Non accetteremo più questa ingiustizia. Chiediamo giustizia per tutte le vittime passate, presenti e future della crisi climatica, e quindi ci stiamo mobilitando. Migliaia di noi sono scesi in strada nelle ultime settimane in tutto il mondo. Ora faremo sentire la nostra voce. Il 15 marzo protesteremo in tutti i continenti.

Dobbiamo finalmente trattare la crisi climatica come una crisi. È la più grande minaccia nella storia dell’umanità e non accetteremo l’inazione dei decision-makers mondiali che minaccia la nostra intera civiltà. Non accetteremo di dover vivere nella paura e nella devastazione. Abbiamo il diritto di vivere i nostri sogni e le nostre speranze. Il cambiamento climatico è già in atto. C’è già chi è morto, sta morendo e morirà per questo, ma noi abbiamo il potere di fermare questa follia e lo faremo.

Noi, i giovani, abbiamo iniziato a muoverci. Cambieremo il destino dell’umanità, che vi piaccia o meno. Uniti ci alzeremo finché non vedremo giustizia climatica. Chiediamo che i decisori mondiali si assumano le loro responsabilità e risolvano questa crisi.

Ci avete tradito in passato. Se continuerete a deluderci in futuro, saremo noi, i giovani, ad effettuare il cambiamento. La gioventù di questo mondo si è mobilitato, e non ci fermeremo più.

Anche Fridays For Future Como ha deciso di rispondere all’appello di Greta Thunberg organizzando una manifestazione in occasione dello Sciopero Mondiale del 15 marzo.

L’obiettivo è quello di far focalizzare l’attenzione di cittadini e istituzioni sull’urgente tema del cambiamento climatico, per chiedere una riflessione seria sui propri stili di vita e un’attuazione rapida e decisa delle politiche atte a ridurre le emissioni e a promuovere un modello economico circolare.

Invitiamo tutti a partecipare, soprattutto studenti e giovani, principali vittime delle scelte pigre e poco lungimiranti di ieri e di oggi.
A Como le iniziative sono state patrocinate dal’Università dell’Insubria.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata