Attualità

Negretti e Rapinese uniti dal cuore: posizionati i due defibrillatori in Comune

Una coppia inedita, unita dal cuore. Il sentimento più bello del mondo, però, non c’entra. Oggi il consigliere Alessandro Rapinese e l’assessore Elena Negretti hanno unito le forze per un fine nobile: mettere finalmente a disposizione in maniera semplice e sempre raggiungibile due defibrillatori in Comune a Como. Gli apparecchi erano già in Comune, Rapinese ha donato una delle due teche (quella interna a Palazzo Cernezzi), l’altra è stata donata dall’azienda Irideem.

Molto soddisfatti entrambi. “Un traguardo importante per tutti i cittadini – ha sottolineato Elena Negretti – Abbiamo scelto di posizionarne uno all’esterno del municipio, all’ingresso di via Bertinelli, e l’altro nell’altro del settore Ambiente, ma molto vicino anche agli uffici dei tributi e all’Anagrafe, cioè i più frequentati dal pubblico. Gli apparecchi, tra l’altro, sono utilizzabili da chiunque grazie alla guida semplice e immediata”.

Rapinese, che è anche volontario della Croce Azzurra, si è detto “molto contento per aver messo fine a una vicenda che durava da 11 anni. Uno dei due defibrillatori era stato donato da Comocuore addirittura nel 2007, l’altro a fine 2017 dal “Progetto San Francesco-Centro studi sociali contro le mafie” di Cermenate. Seppur funzionanti, gli apparecchi non erano conservati nei luoghi ideali. Ora hanno trovato finalmente la sistemazione più adatta per poter salvare la vita in caso di immediata necessità”.

  1. Patrizia Guariso

    Complimenti , assolutamente necessario un salva vita !!

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata