Attualità

“Noi bulimici? Magatti è irrispettoso”. Confesercenti-contro dopo l’attacco in Consiglio

La vicenda, non c’è dubbio, sta montando.

Ieri sera la dura presa di posizione del consigliere di Civitas, Bruno Magatti, su Balocchi, commercio e traffico natalizio. Ne abbiamo parlato qui:

E dopo 5 anni da assessore all’Ambiente (con i Balocchi), Magatti scoprì il traffico a Natale

Quindi la replica, durissima, dei quattro assessori colpiti dalla denuncia di Magatti:

Balocchi, dopo gli strali di Magatti, la controffensiva (con dati) degli assessori: “Attacco prepotente e violenza verbale” 

Ora è il turno di Confesercenti, che diffonde una nota molto secca:

“Dare dei bulimici ai commercianti, come fatto dal consigliere comunale di Como Bruno Magatti, è da irrispettosi.

Soprattutto – spiega il presidente onorario di Confesercenti Sergio Ferrario – perché non siamo in un periodo di vacche grasse e fare quadrare i conti di ogni impresa commerciale e delle famiglie che traggono sostentamento da tale impresa è sempre più arduo.

Ricordiamo due cose: la prima che Magatti sedeva nella giunta che ha elaborato l’attuale piano del traffico che certo non si è dimostrato risolutivo delle criticità viabilistiche di Como; la seconda che le associazioni di categoria dei commercianti, compresa la nostra, hanno sempre collaborato con le amministrazioni pubbliche e offerto un mano tesa anche all’assessore Magatti quando si è trattato di introdurre giustamente la raccolta differenziata dei rifiuti”.

  1. Paolo

    I commercianti inizino a pagare le tasse. Tutte. E la smettano di lamentarsi sempre … I titolari dichiarano spesso sotto i 20.000 euro … ci rendiamo conto??? Siete una delle vergogne dell’Italia. Evasori.

  2. giorgio

    Non colgo cosa c’entri la raccolta differenziata: i commercianti fanno nè più nè meno quello che fanno tutti i cittadini.

  3. Io francamente non li trovo bulimici piuttosto lagnosi e pretenziosi.
    Lagnosi perché gli affari non girano anche quando la città è piena di gente. Pretenziosi perché chiedono che la città, le sue regole, le sue manifestazioni, tutto e tutti siano strumentali ai loro affari.
    Andrebbe tutto bene se le tasse le pagassero solo loro.
    Il problema è che questa Amministrazione li tratta come se effettivamente fossero gli unici a contribuire alle finanze del Comune. Se almeno fosse vero, avrebbero qualcosa di cui lagnarsi….

  4. COcittadino

    Il rappresentante dei commercianti dimentica che l’attuale piano del traffico risale a 15 anni fa la giunta Lucini l’aveva approvato ma non era stato votato in consiglio. E poi cosa c’entra il collaborare con la raccolta differenziata con una opinione di magatti sul traffico a Natale? Hanno fatto il loro dovere come tutti gli altri cittadini

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata