Politica

Incontro del leader di Forza Nuova e Como ai Comaschi con l’assessore Galli. “Per i giardini”

Accordo in vista tra l’assessore a Parchi e Giardini di Palazzo Cernezzi, Marco Galli, e Salvatore Ferrara, il leader regionale di Forza Nuova (il movimento di estrema destra salito alla ribalta delle cronache comasche per la serie di blitz notturni in città tra cui quello contro Don Giusto).

Obiettivo potenzialmente condiviso – per ora almeno nelle intenzioni – “educare i comaschi all’utilizzo corretto del nostro verde”.

A dare notizia dell’incontro svolto martedì è lo stesso Ferrara, che però precisa di aver presenziato con una cittadina e come “uno dei responsabili di Como ai Comaschi” al confronto con l’esponente della giunta Landriscina con delega a Sport, parchi e giardini.

Si ricorderanno tra la primavera e l’estate scorse, le manifestazioni antimigranti del gruppo in larga parte formata da militanti di Forza Nuova oltre che da cittadini “senza tessera”.

“Il tema della discussione – riferisce Ferrara – è stato il tragico periodo estivo di Villa Olmo dove inciviltà, sporcizia, utilizzo improprio delle aiuole come area picnic ecc, e quindi della rivalutazione futura della stessa e di tutti i giardini della città di Como. Per noi di Como ai Comaschi infatti non esistono giardini di serie A o di serie B, come dimostrano anche le nostre azioni”.

“Quindi – prosegue la nota – Salvatore Ferrara, come rappresentante di ComoaiComaschi, ha invitato l’assessore Galli a collaborare e partecipare dalla prossima primavera 2019 ad una serie di eventi, conferenze stampa per sensibilizzare e, soprattutto, “educare” i comaschi all’utilizzo corretto del nostro verde. È nostra volontà instaurare un circolo virtuoso che dai comaschi passi ai turisti”.

“Nelle prossime settimane ComoaiComaschi invierà una email con date e progetti da sottoporre all’assessore Galli e quindi decidere insieme il da farsi – si chiude la nota – Cogliamo l’occasione per ringraziarlo, sperando davvero che questo sia il primo passo di collaborazione tra il Comune ed i comaschi da noi rappresentati su questo ed altri temi ancora più spinosi che affliggono la nostra amata città”.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata