Politica

Lunedì la sanità del centrolago torna con Como. Fermi: “Mi ero speso, ora c’è il risultato”

Ora ci siamo davvero: lunedì 1 ottobre la giunta regionale approverà, all’interno di un progetto di legge in materia sanitaria, la richiesta formalmente presentata in estate dai sindaci del centrolago di Como, del Porlezzese e della Val d’Intelvi di rivedere gli azzonamenti sociosanitari territoriali e di riportare i Comuni facenti parte della ex USSL 18 negli ambiti della ASST Lariana e dell’ATS dell’Insubria. Dunque, anche l’Ospedale di Menaggio sarà ricondotto all’interno dalla ASST Lariana. E’ il passo decisivo, dunque, che dovrà poi essere sostanzialmente “ratificato” dal consiglio e dispiegare i suoi effetti pratici e tanto invocati sul territorio presumibilmente dall’inizio del 2019.

La richiesta era stata presentata a metà giugno al presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Alessandro Fermi, e all’Assessore alla Salute Giulio Gallera, condivisa anche da tutti i rappresentanti degli ordini e delle professioni locali.

“Sono contento nel vedere come un impegno che mi ero personalmente assunto in campagna elettorale e per cui mi sono speso fortemente trova finalmente soluzione positiva e raggiunge il risultato che avevo vivamente auspicato – ha detto Alessandro Fermi – Una adesione così convinta e praticamente unanime dei sindaci fa capire che non si tratta di una battaglia di colore politico, ma dell’esigenza di dare risposta a un problema che il territorio sente e vive in modo forte”.

“Ho parlato con i vertici dell’ASST Lariana –ha aggiunto Fermi- che sono ben felici di riaccogliere l’Ospedale di Menaggio, mentre dai Comuni dall’alto lago aderenti alla ex USSL 19, in assenza e nell’impossibilità di dare vita a un’unica ATS lariana, non sono emerse particolari criticità nel restare con Sondrio”.

L’obiettivo, ora, è anche la creazione un tavolo di lavoro con la rappresentanza dei Comuni dell’attuale Distretto del Medio Alto Lario per l’elaborazione di un progetto che garantisca la salvaguardia, la tutela e la valorizzazione dell’Ospedale di Menaggio (“un ospedale da potenziare”, sottolinea Fermi) e che monitori costantemente l’attuazione della riforma sociosanitaria sul territorio.
Sul fronte dell’iter vero e proprio, il progetto di legge dovrebbe essere approvato dal Consiglio regionale entro fine anno.

“Si tratta di un provvedimento – evidenzia l’Assessore regionale Giulio Gallera- che introduce piccoli ritocchi alla legge 23, in cui meglio specifichiamo i compiti e le funzioni dell’Agenzia dei Controlli, definiamo i criteri per usufruire delle borse di studio per gli specializzandi messe a disposizione da Regione Lombardia, e in cui si ridefiniscono i confini di due ASST in relazione al presidio ospedaliero di Angera e di Menaggio, modifiche che abbiamo definito dopo un approfondito confronto con il territorio e con tutti gli stakeholder coinvolti”.

  1. Alberto

    Era una tappa tanto desiderata dal territorio e dai pazienti che afferiscono ai servizi sanitari e socio-sanitari del centrolago e della valli attigue che nn si puo’ non esprimere soddisfazione per la notizia tanto agognata e ringraziare tutti gli attori coinvolti dai politici regionali agli ordini professionali sanitari a tutti coloro che han supportato con la loro voce questa richiesta che permettera il ritorno della sanità del centrolago con “Como”

  2. Franca

    Una notizia che aspettavamo da molto tempo e che speriamo farà ritornare l’ospedale di Menaggio un presidio al quale i pazienti si possano rivolgere con fiducia per essere curati adeguatamente.Un grazie al presidente Fermi che tanto si è speso per il territorio del centro lago e delle valli(l’altolago non c’entra nulla)permettendoci di ritornare con Como.

  3. Andrea

    Davvero un grande ringraziamento al Presidente Alessandro Fermi.
    Chissà come l’avrà presa invece il consigliere Alessandro Fermi, che aveva appoggiato la riforma sanitaria e votato a favore dello spostamento del centro lago con Sondrio.
    Immagino le accese discussioni ad Albavilla tra Alessandro Fermi e Fermi Alessandro…

  4. Franca

    Carissimo Andrea le cose non sono andate come lei le descrive.Furono molti sindaci del lago che credettero alle “balle”di Rizzi e di altre figure marginali della politica (peraltro poi trombate alle ultime regionali)che firmarono il passaggio con la Valtellina.A Fermi non restò che prenderne atto.Successivamente, a fronte del disastro annunciato fu il primo a comprendere che l’ospedale di Menaggio doveva tornare dove era sempre stato vale a dire con Como.

  5. E.

    Concordo con Franca, il presidente Fermi è stato il primo a dare appoggio al rientro di Menaggio con Como. Va solamente ringraziato. Speriamo la cosa proceda senza altri intoppi.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata