Politica

Sardine in piazza anche a Como: raduno l’8 dicembre. “Costituzione e antifascismo”

Il gruppo “6000 sardine Como” ha annunciato la propria manifestazione comasca per le 18.30 di domenica 8 dicembre in piazza Vittoria e non più come originariamente previsto in largo Miglio. L’hashtag usato per lanciare l’evento è “#Comosislega”.

Il raduno è stato annunciato sulla pagina Facebook del gruppo, dopo la manifestazione milanese dell’1 dicembre che, secondo le stime, ha riunito 25mila persone in marcata opposizione alla Lega di Matteo Salvini.

“L’occasione è quella di riunire chi si riconosce nei valori costituzionali, nella solidarietà, accoglienza e nell’antifascismo. È l’occasione per cominciare a riempire il vuoto che anni di politica fatta per spot e a tweet hanno creato – si legge nell’annuncio per l’evento a Como – Ognuno di noi oggi ha un ruolo ben preciso, quello di riempire il vuoto della politica tornando a riempire le piazze. Siamo chiamati a un profondo senso di responsabilità per riscrivere una nuova pagina di storia del nostro paese e di Como, perché davanti a questo vuoto nostra è la responsabilità di riempirlo. La responsabilità di respingere l’odio e rifiutarci di accettare, che sia esso, l’unica strada percorribile della politica del nostro paese. La responsabilità di testimoniare, anche a Como, che esiste un popolo che ai discorsi di pancia preferisce quelli di cervello”.

Nelle scorse settimane, numerose piazze italiane sono stato teatro dei raduni del movimento nato a Bologna, lo scorso novembre.

La prima manifestazione delle Sardine a Bologna, lo scorso novembre

In un’intervista a ComoZero, la settimana scorsa, i portavoce della sezione comasca del movimento, avevano promesso presto un raduno comasco.

6MILA SARDINE COMO: TUTTE LE CRONACHE

“il nostro obiettivo principale è manifestare a Como – aveva spiegato la settimana scorsa Antonella Topputo, responsabile delle relazioni pubbliche del gruppo “6000 Sardine – Como“– il successo del gruppo è molto positivo specie in un contesto come Como. Il territorio appartiene alla Lega ed è evidente che vi sia stato instillato un sentimento d’odio a cui stiamo reagendo”.

  1. Bene, ora vediamo se propongono qualcosa o solo odio per l’avversario politico

  2. Libero

    Bene, evviva il caos pre natalizio, circo a Muggio, luna park dei balocchi e sardine in centro storico, settimana scorsa c’erano quelli che scioperavano per il clima, bloccando il traffico e favorendo l’inquinamento della convalle ,alla faccia della coerenza…

  3. Paolo

    Beh sicuramente propongono odio per Como, visto il caos che genereranno in una domenica già critica per Città dei Balocchi e shopping natalizio… trovarsi fuori dalla convalle no è !?!?! proprio dentro le mura, in uno dei principali accessi al centro storico, peraltro inadeguato a 6000 presunti partecipanti.
    Fossi nel prefetto non autorizzerei alcunchè… non ha autorizzato l’occupazione di suolo pubblico per le manifestazioni di beneficenza in questo periodo, figurarsi un tappo di 6000 persone su una delle vie di fuga dal centro!

  4. Carlo B

    Mamma mia che commenti qualunquisti, degni baluba & co.
    Le sardine non esprimo nessun odio ma bensì un profondo dissenso verso questa politica, soprattutto quella sovranista e di destra, sia a livello locale che nazionale, vogliono semplicemente coinvolgere tutti nel esserci, a partecipare e a farsi sentire in prima persona
    Come in tutte le altre piazze d’Italia dove sono già state, le sardine saranno una semplice presenza in piazza, nessun comizio, per mezz’ora delle persone sosteranno in Largo Miglio al massimo cantando “Bella ciao” (facendo un cosiddetto flash mob)
    Contemporaneamente nelle altre piazze di Como altrettante persone sosteranno per gustarsi le luci degli amici di Como o guardando le vetrine o le bancarelle, comunque decine di migliaia di persone, dove sta il problema per il “popolo” baluba?
    Io ci sarò e mi auguro che verranno anche i tantissimi che, anche su questo portale, esprimono il profondo dissenso verso la giunta Landriscina

  5. Andreab

    Le sardine occuperanno largo miglio senza bloccare il traffico e lasciando che turisti affluiscono al centro storico dalle vie collaterali che non mancano, qual è il problema?

  6. Gabriella Sassella

    Concordo con Carli B …commenti che esprimano il pensiero del loro grande capitano sul quale preferisco non esprimermi… Siamo x ora ancora liberi di esprimere nostre idielogie in modo pacifico , giusto ? Quindi sardine tutti in piazza domenica p.m.

  7. Fabio

    Mi riferisco al post del Sig. Carlo che chiama popolo dei “baluba”. Ma lo sa che significato ha la parola “baluba” e da dove deriva? Visto che dichiara la sua simpatia per il “profondo dissenso verso questa politica, soprattutto quella sovranista e di destra, sia a livello locale che nazionale” forse non è ben informato, dato che con le sue parole potrebbe recare offesa ad alcuni, usando questo termine (baluba) in maniera dispregiativa. State proprio facendo la figura delle sardine, usate delle frasi fatte ma non avete un minimo di idea e di pensiero proprio, abboccando all’amo di chi vi manipola.

    • Carlo B

      La saccenza terminologica é sicuramente qualcosa che contraddistingue chi ama apparire senza però entrare nel merito.
      Il termine “baluba” viene diffusamente usato da anni per indicare i seguaci (o forse meglio dire adepti) salviniani, sicuramente ha una desinenza offensiva visto che (cito)
      baluba
      [ba-lù-ba] agg., s. inv.
      agg.
      1 Relativo a popolazioni di lingua bantu del Congo
      2 fig. fam. Di persona dal comportamento primitivo
      s.m. e f.
      1 Membro della popolazione baluba
      2 fig. fam. Sciocco: quello lì è proprio un bel b.!

      É offensivo? Forse si, ma comparato alle tonnellate di offese (e falsità) che arrivano da destra, credo possa essere perdonato

      Un saluto ed un pensiero da uno manipolato …. da chi? ….. boh 🤐

    • I “baluba”, come credo di aver già spiegato, sono una popolazione di etnia Bantu che abita in centro Africa. In Lombardia è usato per indicare una persona dai modi semplici, goffi, bruschi ma onesti. Le offese sono altre. Per esempio per i neri l’espressione “negro” è offensiva, come per gli omosessuali lo è “frocio”. Dire che un ragazzo vittima di un linciaggio se l’è andata a cercare, è stato offensivo per la famiglia del ragazzo.
      Baluba è come l’appellativo “radical chic” che si attribuisce agli intellettuali di sinistra…. al contrario ovviamente. 😊

  8. Carlo

    Dai commenti precedenti comprendo che la manifestazione delle sardine, legittima , pacifica e densa di significati, possa non essere gradita ai più che magari si riconoscono in altre piazze dove il politico sovranista perennemente usa toni sopra le righe .
    Ma è innegabile che questi toni debbano essere superati da tutti questi cittadini che in modo spontaneo e non manovrato invitano ad attuare un nuovo modo di intendere la politica , è dovere di tutti noi riflettere su dove i politici di professione e sovranisti hanno condotto larga parte del paese.

  9. Fabio Mondelli

    Mi dispiace, ma la parola Baluba deriva dalla popolazione di etnia Luba abitante nel Congo. Il prefisso Ba o Wa in lingua Swaili indica il plurale, quindi l’insieme delle persone Luba.
    Quindi dare dei Baluba ad uno sciocco o primitivo lo trovo denigratorio nei confronti di quelle persone. Se veniva usato un tempo in alcune zone della Lombardia come formula di scherno, credo che ora occorra fare attenzione all’uso improprio. Faccio riferimento al vostro esempio di “negro” che mai nessuno ha utilizzato in questi post, ma vedo che siete bravi a difendervi facendo accuse generalizzate e senza sostanza. E’ come se chiamassero noi Italiani mafiosi o pizza e mandolino.Cadete proprio sui principi che cercate di difendervi….. e questo fa si che, pur non essendo di nessun colore o schieramento politico, mi crea ancora più dubbi sulla serietà ed “innocenza” delle sardine.

  10. Florence

    Matteo Renzi,grande sponsor delle sardine,sentitamente ringrazia.

  11. Carlo

    Evidentemente Florence ha notizie riservatissime , conosce Renzi e lui le ha confidato questo ?
    Oppure rientra fra gli affezionati sovranisti a cui turba ( scritto con la minuscola per non tirare in ballo il Consigliere ) che persone si ritrovino pacificamente per esprimere il loro dissenso a questa politica urlata ?

  12. Anna Maria

    bene ragazzi forza e coraggio! questa politica e politici vengono denunciati
    quotidianamente ma rimangono avvinghiati alla loro poltrona danneggiando quotidianamente ogni singolo cittadino

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata