satira

C’è amore a Palazzo: Tony “Manero” Tufano e Comandante Sergio, Fratelli di cuori

(SATIRA)

E’ scoppiato un amore. Tenero, dolcissimo, delicato come solo certe giornate d’aprile (a Palazzo Cernezzi). E pensare che i due, almeno apparentemente, per lungo tempo sono sembrati ignorarsi, non degnarsi di uno sguardo. Nemmeno un’occhiatina furtiva. Poi, all’improvviso, Cupido ha scoccato la sua delibera al miele. E ha trafitto i cuori, come un lampo, senza preavviso.

Galeotto e dannatamente mascalzone, un ordine del giorno. Anzi, tre. A presentarli, il Comandante (in realtà il capogruppo FdI Matteo Ferretti, ma ci rovinava la storia ndr); ad approvarli, l’aula intera. A travolgerli di passione ardente, Tony “Manero” Tufano, appena divorziato da Forza Italia e in cerca di una nuova compagna (politica).

Tre innocenti ordini del giorno. Sulla sicurezza dei comaschi, sulla sicurezza dei sentimenti.

Il Comandante – che innocenza straordinaria! – li ha postati su Facebook. Così, giusto per vedere che effetto che fa. E lui, invece, l’Antonino-Amoroso-Du-Du-Du-Da-Da-Da, si è gettato tra le sue braccia forti di Fratello. Tre Odg, tre gocce di Chanel Comma 3.

E allora, sotto al post, ecco un “Grande Sergio De Santis!”, un “tutta la maggioranza li ha votati!!!” con braccione forte e muscoloso. E ancora, in un crescendo di passione senza fine, un “avanti così!!!!!!!” con sei virili punti esclamativi.

Poi, il trionfo dell’amore. Il Comandante mette il cuore rosso a Manero, Manero mette like. Manero mette il cuore al Comandante, il Comandante mette like al cuore di Manero.

Che ebbrezza, che purezza di sentimento, che oceano di passione. A piedi scalzi, mano nella mano, la maniche di camicia bianca rimboccate, tra le onde del lago, scrivendo t’amo sulle ragnatele di palazzo.

Vi dichiariamo Fratelli e d’Italia, lo sposo può baciare (politicamente) la sposa.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata